Un hacker sblocca un iPod nano 6G

James Whelton, sviluppatore ed hacker, sostiene di essere riuscito a bypassare il sistema di controllo del firmware del nuovo iPod nano e ad installare un hack piuttosto banale che crea uno spazio vuoto tra le icone delle applicazioni nella Springboard, come visibile nel video di apertura.L’hack effettuato da Whelton si basa su un semplice tweak

James Whelton, sviluppatore ed hacker, sostiene di essere riuscito a bypassare il sistema di controllo del firmware del nuovo iPod nano e ad installare un hack piuttosto banale che crea uno spazio vuoto tra le icone delle applicazioni nella Springboard, come visibile nel video di apertura.

L’hack effettuato da Whelton si basa su un semplice tweak già disponibile per dispositivi iOS sbloccati. Il sistema operativo dell’iPod nano sembra essere infatti un ibrido tra il kernel delle precedenti generazioni di iPod nano e lo strato superiore di iOS, quello che si occupa dell’interfaccia grafica.

Whelton dice anche di aver scoperto nel firmware alcune configurazioni nascoste:

In alcuni file di configurazione del dispositivo compare il riferimento a Movies, TV Shows, Apps, Games, vCards, Calender, eventi ed altre cose interessanti come il blocco con password. Con il bypass che ho effettuato spero di poter abilitare queste applicazioni abbastanza presto. Sembra che il sistema operativo sia una rielaborazione del firmware presente nella precedente generazione dell’iPod nano.

Quanto sia promettente questo hack lo scopriremo nei prossimi giorni quando Whelton renderà pubblica la procedura per sbloccare il nuovo iPod nano.

[via macstories]

Ti potrebbe interessare
Accordo Apple-Nuance: le prove in Mac OS X Lion
iPhone

Accordo Apple-Nuance: le prove in Mac OS X Lion

Arrivano le prime inconfutabili prove della partnership tra Apple e Nuance. Presto, probabilmente già con iOS 5 e Mac OS X Lion, parleremo all’iPhone e al Mac per impartire comandi, dettare testi e impostare ricerche online. Il futuro prossimo, per Apple, è la voce.

iPhone 3GS/3G: calano scorte e prezzi
iPhone 3G iPhone 3GS

iPhone 3GS/3G: calano scorte e prezzi

Mentre negli USA Walmart taglia di 100 dollari il prezzo degli iPhone 3GS da 16 GB, pare che in generale nel mondo le scorte di iPhone 3G stiano cominciando a scarseggiare. Dall’Australia ai negozi statunitensi di At&T, il modello entry level del listino smartphone con la mela diventa introvabile: segno che non è più –

StopBadware.org: Apple deve correre ai ripari con Safari
iPhone

StopBadware.org: Apple deve correre ai ripari con Safari

Il consorzio StopBadware.org, che si occupa di monitorare la sicurezza dell’ecosistema informatico, ha reso noto di aver invitato formalmente Apple a porre rimedio ad una vulnerabilità di Safari, ritenuta potenzialmente molto pericolosa. Il problema, messo in evidenza da Nitesh Dhanjani, consiste non tanto in una falla nel codice del programma ma nel modo in cui

Rai.tv finalmente attenta al resto del mondo
Safari

Rai.tv finalmente attenta al resto del mondo

Della scarsa attenzione del servizio pubblico televisivo italiano alla compatibilità della propria piattafroma web ne avevamo parlato più volte. Mentre i concorrenti stranieri non solo offrono contenuti in alta definizione, ma chiedono pure un feedback agli utenti Mac, la RAI sembrava disinteressarsi completamente alla cosa, fatte salve alcune iniziative da attibuire alla buona volontà di