iTunes Store: anteprime da 90 secondi negli USA

Stando alle informazioni raccolte da Symphonic Distortion, Apple sta per estendere ufficialmente le anteprima delle canzoni dai 30 secondi attuali a ben 90 secondi di durata. Con qualche limitazione qua e là, nei soli territori USA per il momento e, probabilmente, nella speranza che le Major non notino troppo la novità.A riguardo, la lettera inviata


Stando alle informazioni raccolte da Symphonic Distortion, Apple sta per estendere ufficialmente le anteprima delle canzoni dai 30 secondi attuali a ben 90 secondi di durata. Con qualche limitazione qua e là, nei soli territori USA per il momento e, probabilmente, nella speranza che le Major non notino troppo la novità.

A riguardo, la lettera inviata da Apple ai rappresentati delle etichette attraverso iTunes Connect è piuttosto chiara; se la canzone dura più di 2 minuti e 30 secondi, l’anteprima verrà estesa a 90 secondi, se invece dura meno, l’anteprima resterà confinata ai soliti 30 secondi. La notizia, ovviamente, è data con l’enfasi tipica di Cupertino:

Siamo lieti di annunciarvi che stiamo facendo sì che le anteprime musicali passino dagli attuali 30 secondi a 90 secondi sull’iTunes Store negli Stati Uniti. Crediamo che fornire ai potenziali utenti più tempo per ascoltare la vostra musica porterà a maggiori acquisti.

L’accordo è tacito, del tipo silenzio-assenso. Vale a dire che se le etichette accetteranno le nuove condizioni non dovranno far nulla, se non continuare a vendere la propria musica sullo store. Diversamente, l’unica opzione concessa è il ritiro di tutti i titoli a catalogo.

In realtà, la faccenda non rappresenta una novità inaspettata. E’ da parecchio tempo che anticipazioni in tal senso sobbollivano nel polsonetto di Cupertino, tuttavia l’annuncio deve essere slittato parecchie volte a causa di incomprensioni sulle licenze. Pare infatti che le Major, ostentando quella l’avidità di cui le ha accusate Steve Jobs, pretendessero il pagamento di un corrispettivo per ogni anteprima riprodotta. Al momento nulla si sa, invece, sul destino delle anteprime negli iTunes Store del Vecchio Continente.

Ti potrebbe interessare
iPhone causa il 51% del traffico mobile USA
iPhone

iPhone causa il 51% del traffico mobile USA

Da AdMob (uno dei più importanti network pubblicitari sul Web) arrivano nuove statistiche sulle performance dell’iPhone e, a giudicare dai numeri, sembra che il telefono della mela stia dominando il traffico Web mobile praticamente in quasi ogni categoria.Stando ai grafici riportati in questa analisi, infatti, Mobile OS X rappresenta ora il 51% del traffico generato

Secondo Toshiba il futuro è nelle SSD
iPhone

Secondo Toshiba il futuro è nelle SSD

Shozo Saito, presidente e CEO di Toshiba, non è certo il manager più invidiato del momento: il naufragio dello standard HD-DVD sta, infatti, costando centinaia di milioni di dollari al colosso giapponese dell’Hi-Tech. Tuttavia Toshiba rimane un attore importantissimo nel mercato delle memorie a stato solido, e molti considerano le mosse dell’azienda giapponese estremamente suggestive

Vista vs OSX: dati a confronto nel primo trimestre 2007
iPhone

Vista vs OSX: dati a confronto nel primo trimestre 2007

Secondo quanto riportato da Net Applications, a Giugno Windows Vista ha raggiunto il 4.52% di tutti i sistemi che hanno navigato sul Web, in forte aumento rispetto allo 0.18% di Gennaio. La crescita di Vista è stata costante mese dopo mese dal suo rilascio avvenuto in Gennaio, attestandosi allo 0.93% a Febbraio, 2.04% a Marzo,

Disegnare un logo per vincere MacBook Pro
iPhone

Disegnare un logo per vincere MacBook Pro

Amate la comunicazione e volete un bel MacBook Pro per organizzare i vostri progetti grafici? Allora questo è il concorso che fa per voi! Una nuova azienda basata sull’Open Source, SourceSense, sta cercando una mente originale in grado di realizzare il suo logo. Possono partecipare tutti, designer esperti e non, basta inviare il lavoro entro