Apple ha iniziato a studiare i dati degli utenti per affinare iAd

Apple iTunes privacy

La pubblicità mirata potrebbe arrivare anche attraverso Apple. La casa di Cupertino ha iniziato ad esaminare i dati degli utenti iTunes per raffinare l'offerta pubblicitaria di iAd, scrive Bloomberg.

L'immensa offerta di musica, cinema e app di iTunes Store è un ottimo terreno per studiare le tendenze di un pubblico che raggiunge i 150 milioni di utenti. I dati dell'attività di ogni utente saranno presi in conto per un sistema di raccomandazione al servizio degli annunci pubblicitari. Rachel Pasqua, direttrice della sezione mobile presso ICrossing, analizza il potenziale della base di dati di iTunes: “Apple sa cosa avete scaricato, quanto tempo avete speso interagendo con le applicazioni e sa persino cosa avete prima scaricato e poi non apprezzato e finalmente cancellato".

Finora l'abilità di Google nel presentare annunci tagliati su misura era indiscussa, ma adesso sembra che Apple si stia mettendo al passo. Oltre la recente attenzione dell'antitrust americana sulle relative posizioni sul mercato pubblicitario di Google e della piattaforma iAd, sorgono rimostranze sul diritto alla privacy degli utenti di iTunes. Apple stempera però tali dubbi con una dichiarazione rilasciata ad Adam Satariano di Bloomberg:

Con iOS 4, Apple ha fatto più progressi sulla privacy dell'utente di tutti gli altri competitori alla data di oggi, in particolare per quanto riguarda la posizione geografica.

[Via 9to5mac | Foto opensource.com]

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: