Memoji iOS 12 vs. AR Emoji Samsung: confronto video

I Memoji di iOS 12 e gli AR Emoji di Samsung sono tecnologie simili, ma profondamente diverse. Eccole messe a confronto in video.
I Memoji di iOS 12 e gli AR Emoji di Samsung sono tecnologie simili, ma profondamente diverse. Eccole messe a confronto in video.

[blogo-video id=”207388″ title=”Memoji Apple vs. AR Emoji Samsung” content=”” provider=”brid” video_brid_id=”” video_original_source=”” image_url=”https://s3.eu-west-1.amazonaws.com/video.blogo.it/thumb/kU2xIdfE-640.jpg” thumb_maxres=”0″ url=”330886″ embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMjA3Mzg4JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSBjbGFzcz0nbXBfdmlkZW9fdGhlbWUgaWZyYW1lX19tcF92aWRlb190aGVtZScgc3JjPSJodHRwczovL21lbGFibG9nLmFkbWluLmJsb2dvLml0L3ZwLzIwNzM4OC8iIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj0idHJ1ZSIgd2Via2l0YWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPSJ0cnVlIiBtb3phbGxvd2Z1bGxzY3JlZW49InRydWUiIGZyYW1lc3BhY2luZz0nMCcgc2Nyb2xsaW5nPSdubycgYm9yZGVyPScwJyBmcmFtZWJvcmRlcj0nMCcgdnNwYWNlPScwJyBoc3BhY2U9JzAnPjwvaWZyYW1lPjxzdHlsZT4jbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMjA3Mzg4e3Bvc2l0aW9uOiByZWxhdGl2ZTtwYWRkaW5nLWJvdHRvbTogNTYuMjUlO2hlaWdodDogMCAhaW1wb3J0YW50O292ZXJmbG93OiBoaWRkZW47d2lkdGg6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDt9ICNtcC12aWRlb19jb250ZW50X18yMDczODggLmJyaWQsICNtcC12aWRlb19jb250ZW50X18yMDczODggaWZyYW1lIHtwb3NpdGlvbjogYWJzb2x1dGUgIWltcG9ydGFudDt0b3A6IDAgIWltcG9ydGFudDsgbGVmdDogMCAhaW1wb3J0YW50O3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7aGVpZ2h0OiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fTwvc3R5bGU+PC9kaXY+”]

Tutto è iniziato quando, con iPhone X, Apple ha lanciato gli Animoji, cioè speciali Emoji animati simulando le espressioni facciali grazie al Face ID. Poi, è stato il turno di Samsung che si è “ispirata” alla mela coi suoi AR Emoji, faccine che copiano il nostro aspetto e che si animano in base ai nostri movimenti.

[related layout=”big” permalink=”https://www.melablog.it/post/203625/iphone-x-creare-inviare-animoji”][/related]

Ora la palla torna a Cupertino, che ha modificato gli Animoji in modo molto simile all’avversaria, e li ha ribattezzati Memoji. Ma che differenza c’è tra i due? Il video che vedete in cima al post prova a dare una risposta.

Gli AR Emoji di Samsung fanno tutto da soli: basta farsi un selfie perché gli algoritmi di intelligenza artificiale scandaglino le caratteristiche del nostro volto e le riproducano con ragionevole precisione nel mondo virtuale; Apple, invece, lascia più spazio alla configurazione manuale, il che rende il processo un filo più tedioso (chi si ricorda i Mii della Wii?).

Dal punto di vista della fedeltà della riproduzione delle espressioni facciali, tuttavia, iPhone X è chiaramente superiore da tutti i punti di vista. Soprattutto ora che iOS 12 introduce una nuova tecnologia per identificare linguacce e strizzatina d’occhio. Inoltre, mentre Samsung punta molto sulle animazioni pre-confezionate, i Memoji di Apple possono essere usati anche in tempo reale per la chiamate FaceTime.

Un giocarello simpatico ma non proprio utilissimo; e dubitiamo che un numero significativo di utenti sceglierebbe tra iPhone X e Galaxy S9 semplicemente in base a questa feature. Anzi, se dovessimo dire, un po’ ci spiace che tanta (costosa) tecnologia alla fine venga utilizzata per scopi tanto futili. Voi che ne pensate?

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti