iPhone 14 in FINTA prevendita: NON fatevi fregare

Spuntano siti e mail ovunque che promettono di prenotare o vincere un iPhone 14: non fatevi fregare, si tratta di TRUFFE.
Spuntano siti e mail ovunque che promettono di prenotare o vincere un iPhone 14: non fatevi fregare, si tratta di TRUFFE.

Tra poche ore Apple presenterà la linea iPhone 14 alle 19 di oggi 7 settembre, sul palco dello Steve Jobs Theater dell’Apple Park. L’attesa per i nuovi smartphone è alle stelle, e purtroppo qualcuno se ne approfitta. In queste ore infatti è aumentato il numero di phishing, truffe e fregature. Trappole in cui, i meno esperti del web, potrebbero facilmente cadere. Ecco cosa c’è da sapere.

La Finta Prevendita

Guardate l’immagine qui in alto. L’abbiamo appena ricevuta in Redazione e promette di prenotarsi ad un fantomatico programma fedeltà per “scaricare” iPhone 14. La grafica è accattivante, e la presenza del logo Amazon rassicurante. Ma fossimo in voi, non cliccheremmo e cestineremmo la mail.

La notizia è particolarmente preoccupante, ma non è di certo una novità. Insomma, siamo alle solite. Dati precisi ci vengono forniti dall’ultimo report condiviso da Kaspersky: complessivamente, dal 10 al 25 agosto, gli esperti di sicurezza informatica dell’azienda russa hanno rilevato più di 8.700 nuovi siti di phishing riguardanti lo smartphone Apple del 2022. Solo il 25 agosto, pochi giorni fa quindi, sono state scoperte 1.023 pagine create per svuotare i portafogli dei malcapitati.

Il funzionamento di queste pagine è molto semplice: offrono la possibilità di preordinare iPhone 14 o, addirittura, di acquistarlo ancora prima dell’annuncio ufficiale. Nonostante siano ben realizzate – con immagini, descrizioni e quant’altro – sono completamente false, ma qualcuno potrebbe cascarci e fornire i dati della propria carta di credito. L’esito? L’addebito risulta, ma l’ordine – per ovvi motivi – non viene mai evaso.

Phishing

Dettaglio non di poco è che in pericolo risulta anche l’ID Apple. Spesso ci si imbatte in avvisi come “l’accesso a questo dispositivo Apple è stato bloccato a causa di attività illegali“, e i meno esperti – presi dal panico più totale – forniscono i propri dati senza pensarci due volte. In altri casi, invece, si cade nello schema chiamato vishing, l’alternativa “vocale” al phishing e che induce la vittima ad effettuare chiamate a numeri di telefono falsi e molto pericolosi. Del resto, in ascolto ci sono criminali informatici.

Di seguito il commento di un’esperta del team di sicurezza di Kaspersky:

I criminali informatici spesso monitorano le nuove tendenze molto più attivamente degli utenti comuni. Sono costantemente alla ricerca di qualcosa di trendy che possa interessare le persone e che quindi possa essere utilizzato come esca per indurle a inserire credenziali o dati di pagamento. La presentazione del nuovo iPhone 14 non fa eccezione e ogni anno assistiamo a una crescente attività degli attaccanti in occasione del rilascio annuale di nuovi modelli di iPhone. Per questo motivo gli utenti dovrebbero sempre prestare particolare attenzione e non inserire i propri dati personali su pagine sospette.

E dunque, come ci si può proteggere da queste frodi? Ecco alcuni utili suggerimenti:

  • Verifica l’autenticità e l’affidabilità di un sito web prima di inserire i tuoi dati personali.
  • Non cliccare sui link presente nelle email. Assicurati prima che il mittente sia affidabile.
  • Non accedere ai servizi di online banking (o servizi simili) utilizzando reti Wi-Fi pubbliche. Per quanto comodi e utili in alcune situazioni, gli hotspot pubblici non sono poi così sicuri.

E soprattutto, mai credere alle favole. La verità è che iPhone 14 non è stato ancora neppure lanciato, e dunque come può essere già disponibile su canali extra Apple? E occhio alle truffe anche quando sarà disponibile: se è troppo bello per essere vero è probabilmente una fregatura.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti