AirPods Pro 1ª VS 2ª generazione: quale scegliere?

Ora che Apple ha presentato gli AirPods Pro di 2ª generazione, molti si domandano: quali differenze ci sono e come orientarsi all'acquisto?
Ora che Apple ha presentato gli AirPods Pro di 2ª generazione, molti si domandano: quali differenze ci sono e come orientarsi all'acquisto?

Ora che Apple ha ufficialmente lanciato gli AirPods Pro di 2ª generazione, gli utenti giustamente si domandano: quali differenze ci sono e come orientarsi all’acquisto? E soprattutto, il corredo di feature dell’ultimo modello giustifica quasi 100€ di esborso aggiuntivo?

A guardarli si somigliano molto. Gli AirPods Pro di seconda generazione hanno lo stesso design del predecessore ma migliorano funzionalità come la cancellazione attiva del rumore, il rilevamento in-ear e l’autonomia; in più introducono inedite funzionalità come la trasparenza adattiva, i controlli touch di regolazione del volume e la ricerca di precisione.

Dunque la domanda che tutti si fanno, molto brutalmente, è semplice: queste funzionalità in più giustificano un costo di quasi 300€? O è meglio risparmiare e puntare sulla precedente generazione che comunque era il non plus ultra fino all’altro giorno? In grassetto le differenze più interessanti.

Differenze AirPods Pro 1ª VS 2ª gen.

AirPods Pro 1ª

  • Cancellazione attiva del rumore
  • Modalità Trasparenza
  • Amplificatore ad alta gamma dinamica che alimenta un driver per altoparlanti ad alta escursione e bassa distorsione
  • Chip H1
  • Bluetooth 5.0
  • Sensori IR ottici per il rilevamento inserimento nell’orecchio
  • Controlli del sensore di forza
  • Auricolari resistenti al sudore e all’acqua IPX4
  • Fino a 4,5 ore di ascolto con la cancellazione attiva del rumore abilitata
  • 24 ore di ascolto totale con cancellazione attiva del rumore utilizzando la custodia di ricaricaMagSafe
  • Custodia di ricarica MagSafe con Find My
  • Custodia di ricarica MagSafe compatibile con caricabatterie MagSafe, tappetini di ricarica wireless Qi e Lightning
  • 3 copriauricolari in silicone (S, M, L)

AirPods Pro 2ª gen.

  • Cancellazione attiva del rumore (2 volte più efficace)
  • Trasparenza e trasparenza adattiva
  • Nuovo driver audio a bassa distorsione e amplificatore personalizzato per bassi più ricchi e un suono più chiaro
  • Chip H2
  • Bluetooth 5.3
  • Sensori di rilevamento della pelle per il rilevamento inserimento nell’orecchio
  • Sensori di forza e controlli touch per la regolazione del volume
  • Auricolari e custodia di ricarica resistenti al sudore e all’acqua IPX4
  • Fino a 6 ore di ascolto con la cancellazione attiva del rumore abilitata
  • 30 ore di ascolto totale con cancellazione attiva del rumore utilizzando la custodia di ricarica MagSafe
  • Custodia di ricarica MagSafe con altoparlante integrato per Find My, Precision Tracking e Lanyard loop
  • Custodia di ricarica MagSafe compatibile con caricabatterie Apple Watch, caricabatterie MagSafe, tappetini di ricarica wireless Qi e Lightning
  • 4 auricolari in silicone (XS, S, M, L)

Per come la vediamo noi, l’aggiornamento è molto modesto e nessuna delle novità ci sembra francamente trasformarlo in un un must-buy, a parte forse l’altoparlante integrato per Find My e il Precision Tracking.

Alla luce di ciò, sconsigliamo dunque l’acquisto di AirPods Pro 2 a chi possiede già la prima generazione. A chi ha un budget ridotto, meglio puntare su AirPods Pro di 1ª generazione perché si riesce a trovare con scontistiche di 80-100€ rispetto alla seconda generazione; se il budget lo consente, ovviamente, ci toglieremmo lo sfizio di AirPods Pro di 2ª generazione.

Infine, consigliamo AirPods Pro di 2ª generazione alle persone particolarmente distratte perché include funzionalità più sofisticate che consentono di ritrovarli, se li perdete.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti