Aumentare la durata di iPhone: qualche trucco per allungargli la vita

iPhone è un costoso investimento, ed è normale che gli utenti vogliano stiracchiarne la durata il più possibile. Ecco qualche consiglio pratico per allungargli la vita.

Con quel che costa, ogni volta che un iPhone perde colpi o cade per terra parolacce e contumelie si sprecano; la garanzia Apple non ripara i danni accidentali, e anche se si sottoscrive una kasko, sono rogne e fastidi -senza contare i tempi di attesa-. In più, la batteria è fatta per consentire un numero massimo di ricariche, dopodiché inizia ad esaurirsi. Pertanto, è fondamentale correre ai ripari prima di giungere al punto di non ritorno, adottando alcune pratiche virtuose per allungare la vita al dispositivo.


Ricarica


Per prima cosa, occorre ricaricare in modo corretto il dispositivo. Ciò manterrà in buona salute la batteria più a lungo, il che impedirà alle feature di rallentamento di iOS di entrare in funzione per impedire spegnimenti improvvisi.

In particolare, dovete fare attenzione a questi parametri:


  • Aggiornate sempre all'ultima versione di iOS, perché spesso nell'update vengono instillati miglioramenti nella gestione energetica

  • Evitate temperature estreme, troppo calde o troppo fredde

  • L'ideale sarebbe togliere iPhone dalla sua custodia durante la ricarica

  • Ogni volta che serve, abilitate il Risparmio Energetico (Impostazioni > Batteria > Risparmio Energetico) per minimizzare il numero di ricariche complessive

Inoltre, se possedete un iPhone X, iPhone XS o XS Max, ricordate che potete risparmiare tantissima batteria impostando il telefono in bianco e nero grazie alle innovazioni dello schermo OLED.

Case


Utilizzate sempre sempre sempre una cover. Meglio una cover supersottile e di silicone che niente; basta pochissimo perché il telefono cada e si sbozzi irrimediabilmente. E se il dispositivo è destinato a bambini (o utenti particolarmente goffi), abbondate con le protezioni e acquistate le cosiddette cover rugged.

Cover in Vetro?


C'è chi dice sì, c'è chi dice no. Sempre meglio più protezione che meno, no? Ma d'altro canto, questo implica pure maggiore spessore sul dispositivo, e un look&feel che cambia radicalmente (in peggio). Per esperienza, a noi è capitato di vedere un iPhone cadere e salvarsi miracolosamente, con spaccature limitate alla sola pellicola. Quindi, propenderemmo per consigliarla, purché sia in vetro temperato. Tanto più che costa davvero poco; ecco qualche esempio:

Taglio di Memoria


Molti utenti, forse per eccesso di modestia informatica o nel tentativo subconscio di ridurre l'esborso, tendono a minimizzare questa parte, ma è fondamentale. La memoria di iPhone resta la stessa per tutta la sua vita: non potrete mai aggiornarla. Meglio dunque investire qualcosa in più su questa componente, tentando di comprendere non soltanto i bisogni attuali quanto soprattutto prevedere quelli futuri. Basta una vacanza al mare per accorgersi che 64GB su iPhone XS forse erano un filo troppo risicati.

Tanto, Apple ha già pronta la soluzione: un bell'upgrade di iCloud (a pagamento) per alleggerire un po' la memoria dello smartphone; così, quel che non avete dato subito al momento dell'acquisto, lo restituite in comode rate annuali successivamente.

  • shares
  • +1
  • Mail