I 6 design più flop di Apple, dal mouse tondo alla Smart Battery Case

design_flop_apple.jpg

L'opinione comune riguardo la nuova Smart Battery Case per iPhone 6 e 6s è che è brutta, che più brutta non si può. Ma non è il primo esempio di ciambella senza buco di Jonathan Ive: ce ne vengono in mente almeno altre cinque.

1. Twentieth Anniversary Mac

tamfatandminicovers.jpg

Rilasciato nel 1997, il Twentieth Anniversary Mac è stato uno dei primi, importanti progetti affidati al giovane Ive. Si nota distintamente il design a schermo piatto che diventerà uno dei capisaldi dei futuri iMac; ma per estenderne potenza ed espadibilità, occorreva aggiungere un vistoso e goffo accessorio sul retro: la gobba, a quanto pare, non è una novità a Cupertino.

2. Mouse 'disco da Hockey'

hockeypuck.jpg

L'iMac originale, colorato e bellissimo, aveva solo un difetto: un mouse scomodo da usare dall'aspetto simile ad uno yoyo. Molto amato da Jobs e da Ive, è stato oggetto di odio malcelato per intere generazioni di utenti Apple.

3. iPod Hi-Fi

1280px-ipod_hifi.jpg

Lanciato a marzo 2006, le casse iPod Hi-Fi doveva essere un concentrato di alta tecnologia destinata agli audiofili, a un prezzo tra l'altro abbastanza ragionevole considerate le specifiche tecniche. Includeva una radio AM/FM (niente Beats 1 ancora) e un dock di ricarica, uno scomodo telecomando e aveva prestazioni audio tutt'altro che appaganti. Il design non ci dispiaceva, onestamente, ma a molti non andava giù; e infatti, dopo appena un anno il prodotto è stato abbandonato.

4. Case iPhone 5c

iphone-5c-custodie.jpg

Con quei buchi sul retro che occultavano parzialmente scritte e logo Apple, non sorprende che la Cover ufficiale per iPhone 5 facesse acqua da tutte le parti. Tant'è che alcuni utenti si sono ingegnati riempiendo i buchi con lettere, colori e elementi tipo Forza4.

catcoveriphone5c.jpg

5. Smart Battery Case

iphone_battery_case.jpg

Con la sua piccola gobba protrusa all'infuori, è il capolavoro della praticità e dell'abominio. Sarà pure comoda da infilare e sfilare come Apple, e magari a qualcuno piace pure, per carità; ma non si può certo dire che sia graziosa.

6. Magic Mouse 2

Nota a margine per la seconda generazione di Magic Mouse. Non è brutto di per sé, e la batteria integrata è una bella novità. Ma non si poteva evitare la ricarica col cavo e passare direttamente a quella a induzione? È infinitamente più elegante, ed è perfetta per questo tipo di dispositivi; tanto più che non è che sia proprio economicissimo, il Magic Mouse.

  • shares
  • Mail