Securlist: Adobe, prima responsabile di vulnerabilità informatica

Securlist: Adobe, prima responsabile di vulnerabilità informatica

Securelist ha pubblicato un'analisi dei problemi di sicurezza informatica più comuni per questa prima parte del 2011. Relativamente al numero totale di computer esposti a vulnerabilità maggiori, Adobe è la compagnia di software che espone maggiormente i suoi clienti a pericoli di sicurezza informantica, superando Microsoft, la quale era in prima posizione lo scorso anno.

Nel primo quarto del 2011, sono state individuate 28,752,203 applicazioni o file che creano problemi di sicurezza informatica sui computer degli utenti analizzati. La falla maggiore proviene da Adobe Reader/Acrobat, grazie alla quale hacker potrebbero ottenere l'accesso al sistema ed eseguire codice malevolo. In seconda e terza posizione, Flash Player è additato come responsabile di altre falle di sicurezza, classificate come "altamente critiche".

Apple, che nel 2010 era considerata da Secunia l'azienda produttrice di software con più falle di sicurezza, appare sesto posto nella classifica di Securlist, con falle di sicurezza presenti nel popolare QuickTime. In Quicktime sono state individuate numerose vulnerabilità, che vanno da falle che lasciano aperto l'accesso al sistema alla mancata protezione di dati sensibili.

Securlist sottolinea l'attuale forte diffusione di trojans per sistemi operativi mobili. Secondo l'analisi, si trovano numerosi programmi malevoli negli store online di app per Android. Si tratta per la maggior parte di programmi malware inseriti in legittime applicazioni che sono poi reinserite sul mercato. In misura minore, simili programmi possono trovare spazio sugli iPhone con jailbreak, se l'origine delle applicazioni installate non è sicura.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: