novità
Speciale

iPhone 13 pagina 3

iPhone 13 <span>pagina 3</span>

Ultime notizie

 iPhone 13 è la nuova generazione di iPhone in arrivo nel 2021, e su questa generazione esistono rumors che rimbalzano sul web ben prima del debutto di iPhone 12; la linea sarà caratterizzata dal solito quadrittico di modelli, vale a dire un taglio da 5.4, due da 6.1″ e infine uno da 6.7″. I nomi resteranno probabilmente i soliti di sempre, vale a dire iPhone 13 mini, iPhone 13, iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max.

A livello di design non ci si aspetta grosse novità, rispetto alla generazione precedente: le differenze principali riguarderanno il processore, un chip 5G più performante da Qualcomm, batteria più capiente e un notch più contenuto.

In Breve

iPhone 13 è il modello di  iPhone del 2021. Esce a settembre 2021 e avrà prezzi a partire da circa 850€ tutto incluso. Sarà disponibile in 4 modelli diversi e includer chip più veloci, un notch più piccolo e, si vocifera, un Touch ID sotto al display. Per quanto concerne la memoria fino a 1TB, gli ultimi rumors escludono la cosa. Queste dunque le feature previste:

  • 4 Modelli, sulla scia di iPhone 12
  • notch più piccola
  • Display ProMotion a 120Hz
  • Migliore fotocamera
  • Chip A15
  • 5G con mmwave anche in Italia
  • Lancio in autunno 2021
  • Prezzi a partire da 850€
iPhone 13 Caratteristiche Tecniche
iPhone 13 mini iPhone 13 iPhone 13 Pro iPhone 13 Pro Max
Display 5.4″ 6.1″ 6.1″ 6.7″
Risoluzione 2340 x 1080 2532 x 1170 2532 x 1170 2778 x 1284
Frequenza di aggiornamento 60Hz 60Hz 120Hz 120Hz
Fotocamera posteriore 12MP + 12MP 12MP + 12MP 12MP + 12MP + 12MP 12MP + 12MP + 12MP
Fotocamera frontale 12MP 12MP 12MP 12MP
Processore A15 A15 A15 A15
Batteria 2.406mAh 3.095mAh 3.095mAh 4.325mAh
Memoria Fino a 256GB Fino a 256GB Fino a 512GB Fino a 512GB

iPhone 13: Nome Prescelto
iPhone 13: Feature Attese
Design iPhone 13
Nuovi Colori

Fotocamera iPhone 13
Scanner LiDAR
iPhone 13: Display
iPhone 13 mini
5G mmWave
iPhone 13 Batteria
Touch ID nel Display
Porta USB-C?
Ricarica Bidirezionale
iOS 15
iPhone 13: Prezzi in Italia
iPhone 13: Uscita in Italia

iPhone 13: Nome Prescelto

Secondo una recente ricerca condotta da SellCell, è emerso che il “13” in iPhone 13 fa decisamente timore.

Tecnicamente si chiama “Triscaidecafobia” e consiste nella paura irrazionale e del numero 13. Si tratta di una superstizione totalmente immotivata a livello logico, tant’è che in molte culture il 13 è considerato un numero di fortuna e buona riuscita, in particolar modo nella regione del Tibet e in Cina.

Ciononostante in Occidente preoccupa parecchi utenti; tant’è che molti utenti -ben 1 su 5- pensano che Apple dovrebbe saltare a piè il 13 per arrivare direttamente al 14. Mentre il 74% pensa che un nome diverso -tipo iPhone 2021- costituirebbe una scelta più saggia. Seguono tra i nomi più gettonati iPhone 13 (26%), iPhone 21 (16%), iPhone 12S (13%) e iPhone 14 (7%).

Apple però, sembra voler tenere fede alla nomenclatura tradizionale, che dunque resta questa:

  • 2007 – iPhone
  • 2008 – iPhone 3G
  • 2009 – iPhone 3GS
  • 2010 – iPhone 4
  • 2011 – iPhone 4s
  • 2012 – iPhone 5
  • 2013 – iPhone 5s e iPhone 5c
  • 2014 – iPhone 6 e iPhone 6 Plus
  • 2015 – iPhone 6s e iPhone 6s Plus
  • 2016 – iPhone 7 e iPhone 7 Plus
  • 2017 – iPhone 8, iPhone 8 Plus, e iPhone X
  • 2018 – iPhone XR, iPhone XS, e iPhone XS Max
  • 2019 – iPhone 11, iPhone 11 Pro, e iPhone 11 Pro Max
  • 2020 – iPhone 12 mini, iPhone 12, iPhone 12 Pro, e iPhone 12 Pro Max
  • 2021 – iPhone 13 mini, iPhone 13, iPhone 13 Pro, e iPhone 13 Pro Max

iPhone 13: Feature Attese

Secondo una fonte ritenuta molto affidabile, iPhone 13 includerà le seguenti innovazioni rispetto alla precedente generazione:

  • Display Sempre Acceso: Lo schermo di iPhone 13 resterà sempre attivo per mostrare orario, notifiche e informazioni utili. È una tecnologia molto simile a quella implementata a partire da Apple Watch Series 5. È dal lancio di iPhone X che si parla di questa possibilità, per la semplice ragione che nei display OLED -a differenza di LCD- solo i pixel effettivamente accesi consumano energia, e ciò permette di mostrare alcune informazioni a schermo senza impattare eccessivamente sulla batteria. Su iPhone 13, questa speciale schermata somiglierà ad una “schermata Home light” e quando un utente riceve una notifica, quest’ultima “comparirà normalmente ma senza illuminare tutto lo schermo”; piuttosto, “verrà mostrata esattamente come in precedenza, ma solo temporaneamente e con luminosità inferiore.”
  • ProMotion 120 Hz: Il display godrà di un livello di refresh che arriverà fino a 120 Hz, nel caso di contenuti molto dinamici, come su iPad Pro. Il risultato è un video estremamente fluido e gradevole.
  • Presa Migliorata: La speciale finitura della scocca posteriore renderà ancora più salda la presa del telefono. Peccato che quasi nessuno se ne accorgerà perché tutti usiamo cover.
  • MagSafe 2: La funzionalità che consente di collegare accessori e pad di ricarica diventerà più salda grazie all’impiego di magneti più potenti. Questa tuttavia è una delle ragioni per cui iPhone 13 sarà più spesso dei predecessori.
  • Astrofotografia: L’altra ragione per l’aumento di spessore è da ricercare nell’impiego di sofisticate tecnologie fotografiche che permetteranno riprendere il cielo notturno con una chiarezza e un livello di dettagli mai visto prima su iPhone. Basterà puntare la volta celeste nottetempo, e il telefono entrerà automaticamente in modalità Astrofotografia.
  • Modalità Ritratto nei Video: Fino ad oggi, la che  Modalità Ritratto era una speciale modalità di scatto che permetteva di creare selfie con bei colori, un sottile effetto bellezza e un bell’effetto bokeh (sfondo sfocato). Con iPhone 13 la feature sarà estesa anche ai video.
  • WiFi 6E: L’ultima versione del protocollo di rete LAN senza fili, che garantisce ancora più prestazioni e maggiori velocità di download.

Oltre ovviamente al vociferato Touch ID integrato nel display e un Notch più piccolo, 5G mmWave su tutti i modelli e lenti a periscopio per lo zoom ottico.

Design iPhone 13

iPhone 13, le foto di tutti i modelli in arrivo

L’inclusione del LiDAR su tutti i modelli ha un prezzo da pagare: non soltanto iPhone 13 sarà più pesante e spesso del predecessore, ma anche il modulo fotocamera posteriore si farà molto più voluminoso. Tant’è che tutti gli elementi dell’unità fotocamera appaiono più distanziati e posizionati in modo diverso.

In soldoni, sembrerebbe di capire che iPhone 13‌ Pro monterà il medesimo set di lenti ottiche di iPhone 12 Pro Max e iPhone 13‌ Pro Max, e dunque per estensione godrà della stabilizzazione sensor-shift e di sensori più ampi.

Il notch è più piccolo e progettato in modo differente, con la fotocamera frontale spostata nella parte sinistra; avrà una larghezza di 26,8mm e un’altezza di 5,3mm. A livello di display, le dimensioni resteranno grossomodo identiche a iPhone 12 ma sul fronte dello spessore dei telefono ci sarà una vistosa differenza: pare che iPhone 13 e iPhone 13 Pro avranno una profondità di 7,57mm, cioè 0,17mm in più rispetto a iPhone 12.

Inoltre, il modulo fotografico sarà parecchio più sporgente: si vocifera di 3,65mm per iPhone 13 Pro (a fronte dei 1,7mm di iPhone 12 Pro) e di 2,51mm per iPhone 13 (contro gli 1,5mm di iPhone 12). L’immagine qui su mostra a colpo d’occhio la differenza.

Nuovi Colori

iPhone 13 Nero Opaco

A dire di una fonte che riteniamo molto affidabile, Apple sta esplorando nuove opzioni di colore per le versioni di punta di iPhone 13; tra i candidati c’erano perfino il bronzo e l’arancio, ma alla fine ha vinto il nero opaco.

Si tratterebbe di una tonalità molto simile al Grafite, ma con una impeccabile finitura opaca trattata con un rivestimento anti-impronte per mantenere la livrea sempre perfetta anche dopo ore d’uso.

Non è la prima volta che Apple introduce un’opzione simile per distinguere le varianti di punta dei propri smartphone, e di solito gode anche di un discreto successo tra gli utenti. L’immagine che vedete qui in alto, creata sulla base dei rumors, include una cornice e un modulo fotocamera in nero tradizionale che fornisce un bel contrasto col resto della scocca.

Fotocamera iPhone 13

Oltre al modulo fotocamera più ampio, tuttavia, c’è un’altra sorpresa per gli utenti: oltre a risultare molto più sporgente, il modulo fotocamera di iPhone 13 e iPhone 13 mini sarà caratterizzato da una disposizione obliqua delle lenti.

Ciò lascia credere che la stabilizzazione ottica sensor-shift che oggi è appannaggio esclusivo del Pro Max approderà finalmente su tutta la linea. Queste le caratteristiche previste delle fotocamere di iPhone 13:

  • Lente grandangolare da 64 Megapixel con zoom ottico 1x e zoom digitale 6x
  • Lente tele-obiettivo da 40 Megapixel con zoom ottico 3x-5x e zoom digitale 15-20x
  • Lente anamorfica 64 Megapixel per la cattura video con rapporto 2.1:1
  • Lente ultra-grandangolare 40-megapixel .25x con zoom ottico invertito
  • LiDAR 4.0

Scanner LiDAR

Scanner LiDAR

Diversi analisti a giugno 2021 confermavano nuovamente la presenza dello scanner LiDAR su tutte le varianti di iPhone 13. Il che rappresenterebbe una bellissima notizia per gli utenti, visto che ad oggi solo gli iPhone 12 di punta possiedono la feature.

Una scelta che appare ragionevole visto che oramai i costi di ricerca e sviluppo della tecnologia LiDAR sono stati ampiamente ammortizzati; dunque, includerla anche sui modelli intermedi ha costi molto meno proibitivi per Apple rispetto che in passati. Inoltre, la mossa è giustificata dalla necessità di espandere il più possibile l’ultima versione della Realtà Aumentata di Apple, e ciò può avvenire solo quando il più ampio numero di utenti possibile avrà accesso ad uno scanner LiDAR.

iPhone 13: Display

La buona notizia è che con iPhone 13 la frequenza di aggiornamento del display potrebbe arrivare fino a 120 Hz come su iPad Pro; la cattiva è che la feature sarà presente solo su iPhone 13 Pro e Pro Max.

La fornitura dei pannelli Display ProMotion a 120Hz è stata affidata a Samsung, per una commessa che si stima attorno ai 110 milioni di unità solo per il 2021.

iPhone 13 mini

iPhone 13 mini

Nonostante le scarsissime vendite di iPhone 12 mini e il blocco anticipato della produzione, Apple ha deciso di insistere ancora col modello “mini”.  Dunque, contrariamente a quel che potrebbe sembrare logico, ci sarà un iPhone 13 mini. Ciò significa però che probabilmente non aggiornerà la linea iPhone SE nel 2021.

L’anno prossimo, in ogni caso, i “mini” andranno in pensione; secondo gli analisti, infatti, non ci sarà alcun iPhone 14 mini.

5G mmWave

iPhone 12, interpretare le icone del 5G

Il protocollo 5G si compone di due diverse tecnologie: sub-6GHz e mmWave. La prima copre lunghe distanze a velocità inferiori, mentre la seconda raggiunge velocità elevatissime su brevi distanze. Questa è la ragione per cui la copertura mmWave da parte dei gestori è tutt’altro che buona in tutto il mondo, ed ecco perché Apple ha deciso di supportare 5G mmWave solo sugli iPhone 12 e 12 Pro statunitensi.

Le cose però cambieranno presto. Apple ha infatti ordinato a due distinti partner asiatici un “grosso quantitativo” di moduli mmWave da utilizzare in tutte le varianti di iPhone 13. Ciò significa che nei paesi in cui lo sviluppo dei network 5G procede speditamente -come UK, Germania, Canada, Cina, Italia e Giappone- gli utenti Apple potranno presto sfruttare al massimo le velocità di navigazione mobile consentite, soprattutto nei centri storici e nelle grandi città.

In una nota agli investitori dello scorso aprile, l’affidabile analista Apple Ming-Chi Kuo scriveva:

“Sebbene le consegne di smartphone 5G siano aumentate in modo significativo nel 2020, la maggior parte di loro supportava soltanto i Sub-6 GHz. Riteniamo che mmWace consentirà diverse applicazioni rispetto al Sub-6 GHz per via dei benefici apportati dalla maggiore velocità e dalla minore latenza. Il modello mmWave di iPhone 12 supporta solo il mercato USA, e copre circa il 30-35% di tutti gli iPhone 12 consegnati. Prevediamo che con iPhone 13 i modelli mmWave saranno disponibili in più paesi (come ad esempio Canada, Giappone, Australia e tutti i principali operatori mobili europei), per cui l’allocazione degli iPhone 13 mmWave dovrebbe salire in modo sostanziale ad almeno il 55-60%.”

iPhone 13: Batteria

Per quanto concern e la batteria, iPhone 13 dovrebbe sfoggiarne una più ampia rispetto ai modelli precedenti; alcuni analisti parlano di una tecnologia chiamata soft board che permette di implementare batterie fisicamente più piccole senza intaccare tuttavia la capacità complessiva.

Capacità Prevista della batteria di iPhone 13
Modello Capacità Capacità di iPhone 12
iPhone 13 mini 2.406mAh 2.277mAh
iPhone 13 3.095mAh 2.805mAh
iPhone 13 Pro 3.095mAh 2.805mAh
iPhone 13 Pro Max 4.325mAh 3.687mAh

La maggiore capienza tuttavia non necessariamente si traduce in un allungamento dell’autonomia ; il processore A15 e le nuove feature potrebbero pesantemente sulla batteria, e ridurre le ore di uso continuativo possibili. In questi anni infatti, Apple ha sempre cercato di mantenere una durata della batteria omogenea, a fronte dell’aumento di feature e potenza.

Touch ID nel Display?

Touch ID iPhone 13

Sono anni che Apple testa un lettore di impronte digitali integrato nel display che consentirebbe di avere sul medesimo dispositivo la magia del Face ID e la praticità del Touch ID per il riconoscimento biometrico, i pagamenti e lo sblocco del dispositivo.

In base ai brevetti depositati, eravamo propensi a ritenere che tale feature potesse basarsi su tecnologia ultrasonica come nei Galaxy, senonché in tempi recenti il Wall Street Journal ha smentito la notizia; pare che a Cupertino stiano invece valutando l’adozione di un modulo Touch ID completamente ottico che, a loro dire, “può risultare più affidabile.”

Il riconoscimento ottico delle impronte funziona in modo diverso da quello ultrasonico: lo schermo si illumina nel punto in cui l’utente deve poggiare il dito, e un sensore ottico legge poi l’impronta. Ad oggi, tuttavia, questo tipo di soluzione era considerata inferiore dal punto di vista della sicurezza, poiché bastava una foto dell’impronta per ingannare il telefono.

La metodologia Ultrasonica invece genera una serie di piccole onde sonore per creare una mappa 3D dell’impronta digitale, il che -a fronte di costi parecchio superiori- garantirebbe sulla carta una sicurezza nettamente migliore. E tra l’altro, funziona anche a dita umide.

Porta USB-C?

Altro punto interrogativo. Sono anni -almeno dai tempi di iPhone 8– che si vocifera della possibilità che Apple abbandoni Lightning in favore di USB-C anche su iPhone, e ogni volta i rumors vengono puntualmente smentiti.

E questa è certamente una buona notizia, visto che i nuovi Mac adottano tutti porte USB-C, e ciò implica che potremo collegare i dispositivi mobili senza ricorrere ad adattatori. Dopo l’abbandono del connettore a 30 Pin proprietario nel 2012, e l’abbandono della Lightning proprietaria nel 2018, potremmo finalmente vedere uno standard aperto e condiviso anche su iPhone. Ma 1. è possibile che la cosa riguardi solo iPhone 13 Pro e Pro Max, e 2. potrebbe trattarsi del solito buco nell’acqua.

In ogni caso, una certezza ce l’abbiamo: i rumors che parlavano della possibile esclusione di qualunque tipo di porta fisica, delegando al wireless ricarica e sincronizzazione, sembra accantonato almeno per ora. Questo design, che è il sogno segreto di Jonathan Ive, permetterebbe tra l’altro di raggiungere anche una migliore resistenza ai liquidi. Ma non è ancora giunto il momento.

Ricarica Bidirezionale

In inglese si chiama Reverse Wireless Charging, ovvero Ricarica Senza Fili Bidirezionale, è attualmente esiste già (ma è disattivata) sia su iPhone 11 che su iPhone 12. Consente di ricaricare gli altri iPhone o piccoli accessori come AirPods e Apple Watch, in modo molto simile a quanto fa la Condivisione Ricarica PowerShare dei Samsung Galaxy: basta poggiarli sulla scocca del telefono.

Apple è sul punto di lanciare la feature per anni: ci sono documentazioni ufficiali depositate alla FCC, e non esistono dubbi che le ultime generazioni di iPhone abbiano la feature disattivata via software. Il problema semmai è l’impatto sulla batteria e l’affidabilità complessiva.

Pare comunque che, con iPhone 13, l’impasse tecnico sia stato superato. Grazie all’adozione di una bobina di ricarica a induzione “lievemente più grande” Apple è riuscita a migliorare il rendimento e la dissipazione del calore, e a raggiungere un wattaggio superiore. Insomma, tutto sembra pronto per poter abilitare  la Condivisione Ricarica su iPhone.

iOS 15

iOS 15: Quando Arriva?

La versione base del software installata sui nuovi Phone 13 sarà iOS 15. Grazie alle chiamate FaceTime più naturali, a SharePlay per condividere contenuti in sincrono, alle feature per aiutare gli utenti a mantenere la concentrazione, e ai i controlli per la privacy, iOS 15 cambia tutto di nuovo. “Per molte persone, iPhone è diventato indispensabile, e quest’anno abbiamo creato nuovi modi per renderlo ancora più utile nella nostra vita quotidiana” ha commentato Craig Federighi, Senior Vice President of Software Engineering di Apple. “iOS 15 aiuta a restare in contatto condividendo esperienze in tempo reale, offre nuovi strumenti per ridurre le distrazioni e rimanere concentrati, usa l’intelligenza on-device per migliorare l’esperienza nelle foto, e grazie a enormi aggiornamenti in Mappe regala nuovi modi di esplorare il mondo. Non vediamo l’ora che i clienti possano usarlo.”

Tra le feature più interessanti di iOS 15, segnaliamo:

    • FaceTime: Le conversazioni con amici e parenti sono più naturali, perché grazie all’audio spaziale si ha l’impressione che le voci provengano dal punto in cui l’interlocutore appare sullo schermo, e le nuove modalità del microfono separano la voce dell’utente dai rumori di fondo. FaceTime inoltre può sfocare lo sfondo rispetto al soggetto.
    • SharePlay: Grazie a questa funzionalità, gli utenti possono condividere lo schermo o avviare in contemporanea contenuti multimediali, perfettamente sincronizzati.
    • Concentrazione: Un nuovo strumento per aiutare gli utenti a ridurre le distrazioni, filtrando le notifiche e le app in base ai contenuti su cui l’utente vuole focalizzarsi, e dando così la possibilità di scegliere come personalizzare la feature, o di lasciare all’intelligenza su dispositivo il compiuto di suggerire quali persone e quali app possono continuare a inviare notifiche.
    • Testo Live: iPhone ora è in grado di rilevare il testo all’interno delle foto, inclusi numeri di telefono, siti web, indirizzi e codici di tracking.
    • Safari: Il browser di Apple ha un nuovo design che rende più facile selezionare i controlli con una sola mano e mette in primo piano i contenuti grazie alla riorganizzazione dell’interfaccia.
    • Mappe: L’app per la navigazione di Apple offre nuovi modi per esplorare il mondo; ci sono quartieri, edifici e centri commerciali ricchi di dettagli, informazioni utili e molto altro.
    • Siri: l’assistente vocale di Apple offre la funzione Annuncia Notifiche su auricolari e cuffie AirPods che legge le notifiche per l’utente.

iPhone 13: Prezzo italiano

Le indiscrezioni sui prezzi di iPhone 13 sono pochissime, ma l’impressione è che Apple resterà in linea con quelli della serie iPhone 12. Quindi ci aspettiamo una schema simile:

    • iPhone 13 mini: da 850€
    • iPhone 13: da 950€
    • iPhone 13 Pro: da 1.200€
    • iPhone 13 Pro Max: da 1.300€

iPhone 13: Uscita in Italia

Alla domanda fatidica “Quando esce iPhone 13 nel nostro paese?” non esiste una risposta certa, ma in base alle informazioni in nostro possesso, e in base all’esperienza passata, è probabile che iPhone 13 debutti a settembre 2021, per la precisione il 7 o il 14 settembre 2021. Questo perché a Cupertino amano molto i lanci di prodotto di martedì , ma anche le date di venerdì 17 o 24 settembre appaiono come papabili.

Data di uscita di tutti i modelli di iPhone, anno per anno
Modello Data di presentazione Data di uscita
iPhone 13 (date previste) 7 / 14 settembre 2021 17 / 24 settembre 2021
iPhone 12 e iPhone 12 Pro 13 ottobre 2020 23 ottobre 2020
iPhone 12 mini e iPhone 12 Pro Max 13 ottobre 2020 13 novembre 2020
iPhone 11 10 settembre 2019 20 settembre 2019
iPhone XS 12 settembre 2018 21 settembre 2018
iPhone 8 12 settembre 2017 22 settembre 2017

Dovessimo azzardare, propenderemmo per date oltre metà settembre, per la semplice ragione che la pandemia ha rallentato produzione e logistica. Secondo alcuni analisti, infatti, è possibile che i preordini di iPhone 13 partano il 17 settembre, con le prime consegne il venerdì successivo, il 24 settembre.