Wordle: cos’è e come funziona il gioco virale che spopola sui social (e sull’App Store)

È scoppiata la Wordle mania, ma come si gioca al web-game che sta conquistando il mondo social e che in tanti cercano di copiare?

Sui social network, ma principalmente su Twitter, vi sarà certamente capitato di notare post insoliti, colorati e senza parti testuali (più o meno). No, non è un bug o un virus che ha colpito alcuni account e che comporta la pubblicazione di contenuti astrusi.

Si tratta in realtà di un gioco, Wordle, diventato virale nelle ultime settimane. Da qualcuno è considerato l’erede di Ruzzle (lo ricordate?), ma forse è anche meglio.

Cos’è Wordle e come si gioca

Per dirla in modo semplice, Wordle è un gioco gratuito in cui bisogna indovinare una parola.

Disponibile unicamente online, almeno la sua versione originale  – che in tanti cercano di copiare -, è una sorta di rebus, di puzzle, da risolvere procedendo per tentativi (sei o meno). Un pizzico di fortuna è sempre richiesto, e indovinare la parola al primo colpo è praticamente impossibile.

Le regole di Wordle sono molto semplici. Ogni giorno c’è una parola da identificare sul sito ufficiale del web-game (davvero essenziale, include una griglia e un tastiera a schermo). Utilizzando la tastiera bisogna inserire le lettere di una ipotetica parola, e qui inizia il gioco:

  • se la lettera scelta è corretta e si trova nella posizione esatta, il box diventa verde
  • se la lettera scelta è presente nella parola ma non è nella posizione esatta, il box si tinge di giallo
  • se la lettera scelta non è compresa nella parola del giorno, il box diventa grigio

Wordle - Esempio

Il gioco virale del momento

Forse nemmeno Josh Wardle, il creatore del gioco, si aspettava così tanto successo. Il boom c’è stato tra fine 2021 e inizio 2022, ma il debutto di Wordle risale ad ottobre dello scorso anno. Cosa è successo dunque?

Ad aver contribuito all’exploit del web-game è senza dubbio la possibilità di poter condividere i propri risultati sui social network. La curiosità del popolo del web e il passaparola hanno poi fatto il resto. Ovviamente la condivisione sulle piattaforme è totalmente spoiler-free (da qui i box colorati che in tanti, fino a poco fa, non riuscivano a spiegarsi), altrimenti sarebbe troppo facile per altri trovare la soluzione del rebus.

E nonostante sia solamente in lingua inglese, Wordle è molto popolare anche in Italia. Basta dare una rapida occhiata su Twitter per rendersi di conto di quanto il web-game stia facendo impazzire gli utenti dello stivale. Josh Wardle ha davvero fatto centro.

Wordle è su App Store?

E tra i giochi più cercati su App Store ma la verità è che un’app ufficiale di Wordle non esiste. Di tanto in tanto fanno capolino dei cloni (come successo per 2048) o titoli che, nonostante dinamiche e meccanismi diversi, cercano di sfruttare la popolarità del nome.

Propri i cloni sono stati al centro di un recente provvedimento di Apple, che – dopo numerose segnalazioni – ha rimosso dal suo store digitale tutte le copie dell’erede di Mastermind. Un intervento che ricorda quanto già successo con Flappy Bird, uno dei giochi più famosi della storia di App Store.

Ti potrebbe interessare