iOS 14.2, la batteria dura poco: Aspettate ad aggiornare

iOS 14.2 ha un problema: in alcuni casi prosciuga rapidamente la batteria di iPhone e iPad. Aspettate ad aggiornare.

Parliamo di

Diversi utenti stanno sperimentando un problema piuttosto seccante con iOS 14.2; dopo l’update, la batteria del proprio iPhone e iPad dura pochissimo. Il nostro consiglio è di aspettare ad aggiornare.

Doveva portare il Riconoscimento Persone, la ricarica ottimizzata per AirPods, nuovi Sfondi e Emoji, e un po’ di bug-fix (oltreché una sorpresa inaspettata); e invece per qualcuno si è trasformato in un calvario. L’ultimo update di iOS infatti introduce qualche problema con l’autonomia dei dispositivi mobili Apple. Nei casi peggiori, gli utenti segnalano il dimezzamento della carica in meno di 30 minuti d’uso; altri, invece, vedono decimata la percentuale della batteria nel giro di pochi minuti d’uso normale.

Il fenomeno si verifica soprattutto sui gingilli meno recenti, come iPhone XS, iPhone 7, iPhone 6S e iPhone SE di prima generazione, ma esistono segnalazioni simili anche per un iPad Pro del 2018.

L’aspetto più curioso tuttavia è che, dopo un riavvio del dispositivo, spesso i livelli di carica fanno un poderoso balzo in avanti, il che lascia intendere che si tratti d’un qualche problema software.

Purtroppo iOS 14.2.1 si concentra su altri bug, come ad esempio quello degli MMS o quello più seccante dei problemi al Touch col display di iPhone 12 mini; pare che nulla possa dunque contro la questione della batteria.

Possibili Soluzioni?

Purtroppo al momento non esistono possibili soluzioni tampone da mettere in campo per limitare il prosciugamento della carica causato da iOS 14.2; l’unico rimedio efficace conosciuto consiste nell’astenersi dall’aggiornare. E poiché non c’è modo ufficiale di tornare indietro, se l’avete già installato, dovrete attendere che Apple faccia qualcosa.

Ad oggi è già stata distribuita la terza Beta di iOS 14.3, e questo significa che siamo molto prossimi al rilascio della build definitiva; se la sorte è con noi, Apple potrebbe includere una soluzione definitiva al problema già con questo aggiornamento. Ancora pochi giorni di sofferenza: forza e coraggio.

Ti potrebbe interessare