Ehi Siri, quanti anni ho? La risposta potrebbe essere errata

Siri ha problemi con i conti oppure è afflitto da un bug: l’ultima anomalia dell’assistente vocale riguarda l’età degli utenti.

È opinione molto diffusa quella secondo cui Siri, l’assistente vocale dei dispositivi Apple, sia un passo indietro rispetto ai rivali Google Assistant e Alexa. E il commettere un errore sull’utente proprietario del dispositivo non migliora di certo la situazione.

Prima di proseguire con la lettura di questo articolo, prova a chiedere a Siri la tua età. Nulla di strano?

Le persone che non sono nate nel mese di gennaio in questo momento staranno ricevendo probabilmente una risposta errata. Si tratta di una discrepanza dovuta al fatto che Siri – in alcuni casi – non calcola l’età tenendo in considerazione anche il giorno e il mese di nascita, ma solo l’anno.

Siri

Un esempio (ma ce ne sono tanti altri) è quello di Joe Rossignol di MacRumors, ventisettenne nato ad aprile ma che secondo l’assistente vocale avrebbe già compiuto 28 anni.

Se la risposta all’ostico quesito invece è “purtroppo non so quanti anni hai”, basta aggiungere la propria data di nascita alla scheda personale. Salvata la modifica, è possibile porre nuovamente la domanda a Siri.

Bug sì, ma non per tutti

Il bug – se così vogliamo definirlo – pare sia abbastanza diffuso ma non ha colpito tutti gli utenti iOS. Ho effettuato alcune prove (con persone diverse, ovviamente) e non ho riscontato il problema: risposta esatta ed esame superato al primo tentativo.

Quello appena descritto rientra nella categoria dei “minor issue”, è un errore di calcolo che fa sorridere ma che non peggiora l’esperienza utente e/o rovina la reputazione di Siri. L’assistente vocale deve essere migliorato, non ci sono dubbi, ma i suoi problemi sono ben altri.

Ti potrebbe interessare