Pochi iPhone 5 in giro a causa dell’iPhone 5S in primavera

Secondo l’ex CEO di Apple, Cupertino sta per passare ad un ciclo di prodotto semestrale. Il che significa che iPhone 5S arriva in primavera.

Parliamo di

Nonostante una domanda estremamente forte, tanta pubblicità gratuita, e vendite di tutto rispetto, sui numeri dell’iPhone 5 c’è qualcosa che non torna agli addetti ai lavori, e non stiamo parlando della saturazione del mercato. L’impressione di alcuni analisti è che Apple stia volutamente producendo meno telefoni in vista dell’iPhone 5S che arriverà in primavera.

L’idea deriva da una serie di concause. Da una parte, Cupertino sta tagliando gli ordini presso i fornitori, e dall’altra ci sono le dichiarazioni dell’ex CEO di Apple John Sculley, secondo cui Apple starebbe adottando un ciclo di prodotto semestrale. Ricordate le sue parole?

“Ritengo che stiano passando attraverso una cambiamento significativo in termini di cicli di prodotto. Tradizionalmente, Apple introduce prodotti una volta l’anno; ora in realtà sta introducendo nuovi prodotti due volte l’anno. La complessità della cosa, dal punto di vista della catena delle forniture, è immensa, eppure sembra che Apple se la stia cavando benissimo. Per questo, credo che la gente semplicemente sottovaluti quando sia ben gestita Apple, e quanto possa avere successo ora che è arrivata a gestire cicli di lancio annuali raddoppiati.”

Sembra quasi sottintendere che Apple non abbia bisogno di tutti questi iPhone 5, dopotutto, visto che presto usciranno nuovi modelli. Un’analisi che ha stuzzicato Horace Dediu di Asymco, e che ha portato ad una serie di osservazioni:

  • Tutti i principali prodotti Apple sono stati aggiornati questo autunno; una mossa definita “senza precedenti.”
  • L’iPhone è stato già lanciato nell’intera “lista di distribuzione,” motivo per cui non riempirà ulteriori canali a partire dal Q1 2013.
  • Il ciclo di aggiornamento annuale di prodotto rendeva difficile “rispondere adeguatamente alla domanda per metà dell’anno, e per l’altra metà le vendite si calmano. Si tratta evidentemente di un approccio non ottimale.”
  • “La produzione di Apple va un po’ “a raffiche” con picchi rapidissimi e serrati, seguiti da periodi di indolenza o riorganizzazione. Ciò non soltanto è inefficiente ma crea anche smagliature e spacchi, oltre che l’infiacchimento del morale.”
  • I recenti picchi registrati negli investimenti CapEx suggeriscono che Apple, abbandonata Samsung, sta ricalibrando il lavoro con i nuovi partner; ma forse, potrebbe trattarsi di tempi tecnici necessari ad avviare un “ciclo di prodotto più rapido.”

Se poi a questo aggiungiamo i rumors che vogliono l’iPhone 5S già in pre-produzione, ce n’è decisamente abbastanza per contemplare questa ipotesi e ammantarla di realtà. Le tessere del mosaico, insomma, sembrano combaciare tra loro, ma non vi nascondiamo che un iPhone nuovo ogni 6 mesi non ci convince pienamente; metà anno è un lasso di tempo troppo risicato per la ricerca e lo sviluppo che ci aspetteremmo da Cupertino. Un iPhone del genere, più che allo stato dell’arte della tecnologia, somiglierebbe ad un efficiente spremi-agrumi per utenti paganti.

Ti potrebbe interessare
Verizon: 2,2 milioni di iPhone 4 nel primo trimestre
iPhone

Verizon: 2,2 milioni di iPhone 4 nel primo trimestre

Verizon ha pubblicato i risultati del corrente trimestre fiscale e il dato che salta più all’occhio sono le vendite di iPhone: 2,2 milioni di melafonini venduti. Dopo la sua commercializzazione, il carrier ha acquisito 1,8 milioni di nuovi clienti.L’operatore ha anche smentito le voci secondo le quali HTC Thunderbolt avrebbe superato iPhone 4 per numero

iTunes 10.1.2 introduce il supporto all’iPhone CDMA
Software Apple

iTunes 10.1.2 introduce il supporto all’iPhone CDMA

Aggiornamento di routine per iTunes, che passa alla versione 10.1.2. E se la lista delle novità in italiano è quanto mai fumosa, quella in inglese tradisce lo scopo dell’update, vale a dire il supporto al nuovo iPhone 4 CDMA.Su Aggiornamento Software, quest’oggi, gli utenti leggeranno un messaggio piuttosto laconico:iTunes 10.1.2 include numerosi e importanti aggiornamenti

iPad: gradimento oltre ogni aspettativa
iPad

iPad: gradimento oltre ogni aspettativa

L’iPad ha già la sua impronta nella metà della aziende presenti nella prestigiosa classifica Fortune 100, dichiara un portavoce Apple mentre commenta i risultati fiscali. Circa il 50% delle aziende al top lo hanno adottato oppure sono in procinto di farlo. Il Chief operating officer, Tim Cook, non ha numeri precisi ma definisce “incredibile” tale

Apple potrebbe essere interessata ad acquisire Sonos
iPhone

Apple potrebbe essere interessata ad acquisire Sonos

Apple potrebbe valutare l’acquisizione di Sonos per entrare nel mercato dell’home audio networking, una piccola nicchia con un enorme potenziale di crescita, secondo gli analisti.E’ questa la conclusione di una ricerca di Ralph Schackart, analista per William Blair. Ecco ciò che scrive Schackart:Il mercato dell’audio domestico è solo il 1,6% dei 170 miliardi di dollari

Puzzle Quiz: le foto su iPhone diventano rompicapo
iPhone 3G iPod touch

Puzzle Quiz: le foto su iPhone diventano rompicapo

Puzzle Quiz, ultima fatica della promettente e italianissima Digital Fun, consiste in un classico dei videogiochi rivisto e corretto à la iPhone, con tanto di supporto ad accelerometro, fotocamera, e classifica online.Le modalità di gioco previste sono due: Puzzle Quiz, con 3 livelli di difficoltà e decine di immagini da ricostruire nel minor tempo possibile,

I prezzi delle memorie Flash saliranno per colpa di Apple?
iPhone iPod

I prezzi delle memorie Flash saliranno per colpa di Apple?

Se si mettono insieme le memorie NAND che Apple installa tra iPod nano e iPhone, viene fuori che Cupertino controlla ben il 25% del mercato mondiale.L’impatto, lo hanno riassunto bene ieri i nostri cugini di gadget|blog riportando un articolo di CNN Money, è notevole.Secondo una analisi di DRAMeXchange, Apple, con una quota così elevata, incide

Benchmark per Office:Mac in Rosetta
iPhone

Benchmark per Office:Mac in Rosetta

Come forse ricorderete Microsoft dovrebbe presentare una versione Universal della suite Office entro l’anno, mentre con gli ultimi aggiornamenti ha già provveduto ad una ottimizzazione per Rosetta. E come va questo Office in Rosetta? Bene, piuttosto bene. Lo dicono i possessori di Macintosh con processori Intel ma, in modo ancor più documentato, lo dice questo

iBook Intel a marzo?
Apple Book

iBook Intel a marzo?

Think Secret, che precedentemente indicava il debutto dei nuovi iBook per il KeyNote dello scorso gennaio, conferma le indiscrezioni, suggerendo un debutto per il mese di marzo. La data confermerebbe la presenza degli Intel Core Solo nei nuovi iBook. Questo perché un annuncio Intel prevede proprio per la fine di marzo la distribuzione di tali