Rai.tv finalmente attenta al resto del mondo


Della scarsa attenzione del servizio pubblico televisivo italiano alla compatibilità della propria piattafroma web ne avevamo parlato più volte. Mentre i concorrenti stranieri non solo offrono contenuti in alta definizione, ma chiedono pure un feedback agli utenti Mac, la RAI sembrava disinteressarsi completamente alla cosa, fatte salve alcune iniziative da attibuire alla buona volontà di pochi.

Ora pare che le cose stiano cambiando. Come segnala Tevac, RAI.tv annuncia di aver introdotto alcune variazione tecniche al portale in modo da garantirne una maggiore compatibilità, tramite un progressivo abbandono della tecnologia ActiveX.

Ma prima di applaudire, è necessario puntualizzare alcune cose. In primo luogo questo tipo di operazione non è un favore che la RAI fa agli utenti che non usano Windows, ma il primo passo di un adeguamento tecnologico che la RAI è obbligata a fare per rispettare la Legge Stanca (del 2004!!!), che impone chiare regole di compatibilità e accessibilità per i siti web delle aziende pubbliche. Il portale RAI.tv è il primo passo, ora ci attendiamo novità anche per RAI.it e soprattutto Raiclicktv.it.

E, infine, a proposito di accessiblità, bisogna sottolineare come ci sia ancora tantissimo lavoro da fare proprio in questo senso, tenendo sempre presente il rispetto dovuto alla legge nazionale sull'accessibilità.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: