iPod infetti: la risposta di Microsoft

Come ricorderete Apple ieri ha dovuto annunciare la vendita di alcuni iPod già infetti da un virus per Windows, e nemmeno in quell'occasione si era risparmiata una frecciatina nei confronti di Microsoft (dando parte della colpa al fatto che Windows non sa difendersi dai virus).

Ora, come prevedibile, è arrivata una risposta da Redmond al cattivo gusto dimostrato a Cupertino: "Incoraggiamo tutti i fornitori di terze parti a seguire le pratiche migliori e ad aiutarci a proteggere i clienti al di là delle piattaforme, attraverso uno scanning preciso dei software che vendono, in modo tale da non doverli esporre a rischi inutili legati a software dannosi".

E questa volta hanno tutte le ragioni del mondo. Persino io prima di dare un pendrive usato su Windows ad un amico controllo che sia pulito, quando Apple dimostra una attenzione così scarsa per la sicurezza, su una piattaforma che per la vendita di iPod le assicura tanti profitti, deve solo piegare la testa e provare a migliorare...

[via... e grazie Diego ;-)]

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: