Vende un Power Mac G4, Facebook lo censura:" troppo piccante"

Un utente ha messo in vendita su Facebook il suo vecchio ma seducente Power Mac G4. Pure troppo seducente, a quanto pare: gli algoritmi di censura infatti l'hanno bloccato come "contenuto piccante."

Un po' è colpa di Apple, artefice di alcuni dei design più conturbanti del mercato, e un po' della stupidità artificiale degli algoritmi di Facebook; fatto sta che per il portalone social, un Power Mac G4 in vendita sul MarketPlace va censurato perché viola le linee guida cui gli utenti debbono attenersi.

"Sto cercando di vendere il mio vecchio tower G4 su Facebook, ma il loro algoritmo di intelligenza artificiale ha dato di matto dopo aver visto le curve provocanti del mio MDD" racconta un utente online. "Di sicuro non sarebbe accaduto con un pezzo squadrato di metallo dei giorni nostri! Quasi quasi, mi viene voglia di tenerlo..." E c'è pure lo screenshot con l'avviso di censura.

"Le altre foto mostrano le parti interne" prosegue l'utente. "Tipo scheda madre, la ATI Radeon 9600 Pro 256MB, ma mi guardo bene dal postare certe cose su un forum pubblico, adesso...". E un altro gli fa eco, con una serie di ammiccamenti e ostentate pruderie:

"Questo affare sarebbe potuto finire tranquillamente sulle pagine di Playboy e nessuno avrebbe avuto nulla da ridire."

E come dargli torto. Ancora oggi, le forme sinuose, quasi biologiche, e le trasparenze civettuole di quelle macchine appaiono bellissime e gradevoli, nonostante siano passati la bellezza di 20 anni. Prendete un qualunque computer Windows dell'epoca, mettetelo su Facebook, e poi diteci se qualcuno avrà mai il coraggio di ritenerlo anche solo esteticamente guardabile. Certe cose, solo a Cupertino.

  • shares
  • Mail