Samsung “si ispira” ad Apple, e pensa all’anti HomePod con Bixby

[img src="http://media.melablog.it/d/d76/homepod-on-shelf-800x451-800x451.jpg" alt="homepod-on-shelf-800x451-800x451.jpg" align="center" size="large" id="201271"]

Sulla scia dell’esperienza di Apple, Amazon e Google, anche Samsung ha deciso di sviluppare uno smart speaker tipo HomePod. Funzionerà con Bixby e questa è una brutta notizia per noi italiani. Ecco perché.

WWDC 2017: HomePod, lo speaker che punta a “reinventare” la musica

Il progetto, ribattezzato internamente ‘Vega’, si baserà ovviamente su Bixby, l’assistente virtuale della società sud coreana, ma a parte questo non sono state ancora decise né le feature né le caratteristiche hardware del dispositivo. La progettazione va avanti da almeno un anno, ma si sono registrati parecchi ritardi a causa dello sviluppo di Bixby stessa.

HomePod, la Rete prende in giro lo Smart Speaker di Apple

L’annuncio di Bixby risale allo scorso marzo, assieme al rilascio di Galaxy S8 and S8+, ma da allora non è ancora stata rilasciata una localizzazione inglese del servizio, il che è già di per sé gravissimo; a questo aggiungete che forse non arriverà mai neppure la localizzazione italiana: ogni riferimento alla nostra lingua è infatti recentemente scomparso dalle pagine di supporto ufficiali. E se siete sorpresi, sappiate che siamo tutti nella stessa barca: Bixby rischia di non farcela perfino in Francia e Germania.

Insomma, si sono ispirati alla mela e ai competitor, ma sono arrivati in ritardo e con un prodotto ancora molto lontano dagli standard minimi che oggi diamo per scontati grazie a Siri, Google Now, Cortana e Alexa.

Ti potrebbe interessare