MacBook Pro 2016 con Barra Touch OLED: Gallery + Sondaggio


Aggiornamento del 26 maggio 2016

Aggiornamento: Per darvi un'idea più completa dei possibili usi di una Barra Touch OLED, abbiamo aggiunto qualche dettaglio al post e soprattutto la Gallery che vedete in cima al post.

La prossima generazione di MacBook Pro sfoggerà un design supersottile e leggerissimo, e dirà addio ai tasti funzione fisici in cima alla tastiera: al loro posto, una barra Touch con sensore di impronte digitali. Ma serve davvero? Rispondete al nostro sondaggione.

Il MacBook Pro Metà 2016 costituirà un interessante salto tecnologico; integrerà parecchie novità hardware che faranno pendant con le novità software di OS X 10.12. La caratteristica più interessante, tuttavia, sarà probabilmente la barra Touch OLED che sostituirà i tasti funzione tradizionali, quelli che usiamo per regolare volume, retroilluminazione, riproduzione iTunes o Exposé.

Questo cambiamento imporrà agli utenti di rivedere alcune delle proprie abitudini, e sicuramente imporrà una curva d'apprendimento. Per ottenere nuovi livelli di sottigliezza della scocca, infatti, Apple dovrà adottare il meccanismo a farfalla dei MacBook che rende i tasti molto sottili. In altre parole, dovremo re-imparare ad usare la tastiera del Mac da zero. Prima di dell'acquisto, insomma, mettete in conto qualche settimana di adattamento.

Certo, avere una Barra OLED in luogo di pulsanti fisici, implica la possibilità di adattare le funzionalità in base alle necessità dell'utente o all'app aperta di volta in volta, il che ci intriga parecchio. Voi che ne pensate? Vi stuzzica l'idea? Rispondete al nostro sondaggio:

MacBook Pro 2016, Barra Touch OLED e Touch ID


macbook_pros_2015.jpg

C'è una buona ragione per cui attendiamo da mesi l'arrivo dei nuovi MacBook Pro. I nuovi modelli saranno infarciti di interessanti novità hardware.

I nuovi MacBook Pro saranno molto più sottili di quelli attuali, includeranno un display Retina migliore, e vanteranno un Touch ID integrato per proteggere i dati degli utenti. Ed ecco spiegato perché OS X 10.12 supporterà lo sblocco via Touch ID di iPhone, per i Mac meno recenti.

L'indiscrezione è di Ming-Chi Kuo di KGI Securities, che scrive:


Attesa a lungo, la linea MacBook rappresenterà il cavallo di battaglia delle novità Apple 2016. E questo sarà particolarmente vero per i due nuovi MacBook Pro che saranno introdotti nel 4Q16, perché avranno un form factor più sottile e leggero, barra Touch OLED (che rimpiazzerà i tasti fisici collocati in cima alla tastiera), e adotteranno USB-C/Thunderbolt 3.

In pratica, i tasti funzione (F1, F2 che servono per controllare volume, luminosità, retroilluminazione etc.) saranno sostituiti da una striscia Touch, e da qualche parte in tutto ciò ci sarà anche un Touch ID.

L'arrivo dei nuovi MacBook Pro è previsto nell'ultimo trimestre dell'anno, e i tagli disponibili saranno due, come di consueto: 13" e 15". Completano la dotazione i processori Skylake di ultima generazione, e i chip grafici AMD serie 400 Polaris.

  • shares
  • Mail