QR code per la pagina originale

Le suonerie di iPhone diventano un’opera pianistica virtuosa

Le suonerie classiche di iPhone, e di altri famosi marchi, sono state trasformate in un pezzo per pianoforte che vi lascerà esterrefatti. Il miracolo di virtuosismo high-tech è opera del produttore, arrangiatore e autore Tony Ann.

,

[blogo-video id=”191119″ title=”Suonerie iPhone al Piano” content=”” provider=”brid” video_brid_id=”” video_original_source=”” image_url=”https://s3.eu-west-1.amazonaws.com/video.blogo.it/thumb/MN297LLt-640.jpg” thumb_maxres=”0″ url=”234643″ embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTkxMTE5JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSBjbGFzcz0nbXBfdmlkZW9fdGhlbWUgaWZyYW1lX19tcF92aWRlb190aGVtZScgc3JjPSJodHRwczovL21lbGFibG9nLmFkbWluLmJsb2dvLml0L3ZwLzE5MTExOS8iIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj0idHJ1ZSIgd2Via2l0YWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPSJ0cnVlIiBtb3phbGxvd2Z1bGxzY3JlZW49InRydWUiIGZyYW1lc3BhY2luZz0nMCcgc2Nyb2xsaW5nPSdubycgYm9yZGVyPScwJyBmcmFtZWJvcmRlcj0nMCcgdnNwYWNlPScwJyBoc3BhY2U9JzAnPjwvaWZyYW1lPjxzdHlsZT4jbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTkxMTE5e3Bvc2l0aW9uOiByZWxhdGl2ZTtwYWRkaW5nLWJvdHRvbTogNTYuMjUlO2hlaWdodDogMCAhaW1wb3J0YW50O292ZXJmbG93OiBoaWRkZW47d2lkdGg6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDt9ICNtcC12aWRlb19jb250ZW50X18xOTExMTkgLmJyaWQsICNtcC12aWRlb19jb250ZW50X18xOTExMTkgaWZyYW1lIHtwb3NpdGlvbjogYWJzb2x1dGUgIWltcG9ydGFudDt0b3A6IDAgIWltcG9ydGFudDsgbGVmdDogMCAhaW1wb3J0YW50O3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7aGVpZ2h0OiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fTwvc3R5bGU+PC9kaXY+”]

Le suonerie classiche di iPhone, e di altri famosi marchi, sono state trasposte in un pezzo per pianoforte che vi lascerà esterrefatti. Il miracolo di virtuosismo high-tech è opera del produttore, arrangiatore e autore Tony Ann.

Piano Tiles, il robot pianista strappa il record su iPad

Nove anni fa, le suonerie di iPhone -in particolare Marimba e Xilofono- rappresentavano una ventata d’aria fresca, e in breve sono diventate dei classici della cultura nerd e high-tech. Nel corso del tempo, sono stati riarrangiati e remixati in tutti i modi, e hanno perfino ispirato una canzone. Ora però arriva la trasposizione virtuosa da parte di un pianista, in un arrangiamento davvero unico.

I motivetti che hanno segnato la nostra vita mobile si trasformano in cascate di note argentine, fioriscono per autogemmazione l’uno nell’altro, e si fondono in tecnicismi che fanno un baffo ad Hanon. Ci domandiamo: quando un concerto di questo tipo? Nell’attesa, buon ascolto a tutti.