Cortana sbarca su iOS: ecco cosa può (e non può) fare per gli utenti Apple

Aggiornato da Giacomo Martiradonna, il 10 dicembre 2015

Alla fine, gli annunci e le Beta per gli sviluppatori si sono trasformate in un prodotto reale. Signore e signori, Cortana per iPhone è qui. Ecco cosa può (e più propriamente, non può) fare per voi.

L'assistente virtuale di Microsoft, l'anti-Siri in salsa Windows, sbarca ufficialmente su iOS e consente di impostare promemoria, conoscere le previsioni del tempo e rispondere a domande generiche tipo 'quant'è alto il monte Everest?' oppure 'Quanti abitanti ci sono a Pechino?'

Di per sé non sarebbe un cattivo prodotto, e per certi versi ha alcune funzioni di proattività che Siri si sogna (tipo 'ricordami di chiedere questa cosa quando mi chiamerà mia moglie'); il fatto è che le restrizioni per gli sviluppatori di terze parti imposte da Apple impediscono a Cortana di integrarsi profondamente col resto dell'OS. In altre parole, non potrete richiamarne l'attenzione a voce, senza aprire manualmente l'app, e scordatevi pure il supporto a tutto ciò che ha a che fare con iCloud.

Le feature disponibili, dunque, sono le seguenti:


  • Imposta e ottieni promemoria di tempo e luogo su PC e telefono

  • Traccia pacchetti, voli, risultati sportivi, andamento azionario e altre informazioni importanti su PC e telefono

  • Usa il Taccuino di Cortana per vedere, modificare e gestire i tuoi interessi

  • Ottieni informazioni e risposte ad ogni tipo di domanda. Se lo stai cercando, Cortana ti aiuterà a trovarlo

  • Divertiti quando hai tempo libero. Chiedi qualunque cosa, barzellette e molto altro

Purtroppo, Cortana per iOS non è ancora disponibile sull'App Store italiano, ma può essere scaricato da quello statunitense se avete un account straniero.

Cortana per iOS, rilasciata la prima beta agli sviluppatori


Scritto da Carlo Ellis il 29 novembre 2015

Si conoscono bene le intenzioni di Microsoft di espandere alcuni dei propri servizi al di fuori dei recinti di Windows, in particolare Cortana, l'assistente vocale presentata in occasione del lancio di Windows 8.1 ed ulteriormente migliorata con l'arrivo di Windows 10.

Naturalmente iOS è una delle mete di questa espansione e ben presto vedremo arrivare Cortana sui dispositivi Apple a fare concorrenza diretta a Siri. Una delle tappe principali è una distribuzione iniziale dell'app ai primi sviluppatori, passaggio a cui Microsoft ha provveduto nelle ultime ore.

Il bacino iniziale di developer è piuttosto contenuto, la società di Redmond ha distribuito la beta su 2.000 account per il suo TestFlight, attivato nei primi giorni di novembre. Procede dunque a ritmo sostenuto il progetto che vede Cortana come uno strumento flessibile multi-piattaforma tra Windows e iOS.

Tra le specialità dell'assistente vocale di Microsoft ci sono i suggerimenti contestuali, funzionalità introdotta da Google Now e successivamente aggiunta anche su Siri nonché la possibilità di trasferire promemoria e note dalla piattaforma Windows a quella iOS per sfruttare, ad esempio, gli strumenti dei dispositivi Apple come la geolocalizzazione.

Non ci sono ancora date precise sull'eventuale rilease ufficiala ma ormai non dovrebbe essere molto lontana.

  • shares
  • Mail