iPad Pro, le unità prodotte inizialmente saranno poche

Secondo alcune fonti industriali il volume delle spedizioni iniziali di iPad Pro sarà più basso di quanto anticipato.

Parliamo di

Com’è ormai abbastanza noto, tra le novità che Apple introdurrà nella propria lineup nel prossimo futuro figura anche un nuovo modello di iPad. Ancora non ci sono reali certezze su quale sarà il nome adottato dalla società di Cupertino per la sua prossima creatura, se iPad Pro, iPad Plus o qualche altro appellativo, ma sembra che l’arrivo di un iPad da 12,9 pollici sia una sicurezza. Con qualche limite però.

Le più recenti indiscrezioni, provenienti direttamente dalla fonte, ovvero dai produttori di componenti elettroniche, suggeriscono che Apple stia adottando una politica di pronunciata cautela nell’affrontare lo sviluppo di iPad Pro.

Si parla di un iPad da 13 pollici già da diverso tempo, dal 2013, ma Apple ha rimandato a lungo il suo arrivo forse preoccupandosi di una scarsa trazione di un simile prodotto. A quanto pare la compagnia di Cupertino ha deciso di limitare la propria richiesta di componenti e il volume di spedizioni iniziale sarà più basso di quanto gli analisti si aspettano.

Naturalmente potrebbe trattarsi unicamente di fuorvianti voci di corridoio ma sarà difficile scoprire qualcosa con certezza prima di ottobre/novembre.

Ti potrebbe interessare
iPad mini: Nuovi rendering in 3D ad alta risoluzione
iPad

iPad mini: Nuovi rendering in 3D ad alta risoluzione

A metà agosto erano stati realizzati i primi rendering in 3D del prossimo iPad mini, basati sulle indiscrezioni provenienti dai produttori di componenti e da misteriosi disegni tecnici che svelavano le presunte dimensioni del piccolo tablet della Mela, pari a 134.73 x 200.13 x 7.3 millimetri. Questi nuovi rendering realizzati da CiccareseDesign per MacRumors, mostrano

Apple assume un esperto in materiali compositi
iPhone

Apple assume un esperto in materiali compositi

Da un po’ di tempo circola voce che Apple stia sperimentando materiali compositi per la realizzazione dei propri dispositivi. L’indiscrezione si era già diffusa prima del lancio dei nuovi MacBook Air ed in seguito prima della presentazione del nuovo iPad 2, ma in entrambi i casi la Mela è rimasta fedele all’alluminio per la realizzazione

Amazon Cloud Drive permette lo streaming dei brani su iOS
iPod touch

Amazon Cloud Drive permette lo streaming dei brani su iOS

Mesi e mesi di indiscrezioni, speculazioni, elucubrazioni per poi scoprire che i tanto attesi servizi cloud per iOS sono già disponibili gratuitamente, ma ad offrirli non è Apple, bensì Amazon che pochi giorni fa ha lanciato il nuovo servizio Cloud Drive, un disco virtuale gratuito da 5 GB, ampliabile con ulteriori 15 GB acquistando un

iPhone 4 e la pubblicità nella metropolitana di Tokio
iPhone

iPhone 4 e la pubblicità nella metropolitana di Tokio

Non passa giorno dallo scorso WWDC che non si parli di iPhone 4, il nuovo pupillo mobile presentato da Jobs proprio in quella occasione. Dopo le recenti notizie che vedono problemi nelle prenotazioni di iPhone 4 a causa dell’eccessiva e inaspettata richiesta, ritenete forse che il nuovo melafonino abbia bisogno di una campagna pubblicitaria? È

MacBook Air supporta il boot in modalità wireless
iPhone

MacBook Air supporta il boot in modalità wireless

La funzione “Remote Disc” di MacBook Air è ormai nota, ne ha parlato lo stesso Jobs sul palco del MacWorld. In sostanza questi computer, non disponendo di un drive ottico, possono prenderlo in “prestito” in modalità Wi-Fi da un altro computer, con sistema operativo Os X o Windows. In questo modo è per esempio possibile

3000 dollari per sciare iPod
iPhone

3000 dollari per sciare iPod

Ogni tanto mi perdo le notizie più carine, Spyder vende per 3000 dollari una giacca da sci con controlli iPod integrati sulla manica. La giacca utilizza l’avanzata tecnologia di Eleksen, tra le prime aziende a produrre tastiere, è ora alla ribalta per i suoi progetti innovativi. Ho giusto bisogno di comprare tuta e sci nuovi,