Google Glass, il progetto nelle mani del "Padre dell'iPod" Tony Fadell

Nel tentativo di salvare Glass, i fantascientifici occhiali smart di Google, Mountain View si mette nelle mani di Tony Fadell, il "Padre dell'iPod."

googleglass


Google Glass, l'ambizioso progetto di occhiali a Realtà Aumentata di Mountain View, si è impantanato; non è riuscito a attrarre l'interesse degli sviluppatori, e non si è imposto nel nascente mercato dei computer indossabili come hanno fatti altri dispositivi, primo fra tutto Apple Watch (che tra l'altro ha il notevole handicap di non essere ancora disponibile). Ecco perché il team che vi lavora è stato separato dai laboratori di ricerca Google X, e il tutto è stato affidato alla supervisione di Tony Fadell, il "Padre dell'iPod."

Al contempo, Google ha interrotto la vendita di Glass al pubblico, ma società e sviluppatori potranno ancora acquistarne quanti ne desiderano. Sul lancio consumer, invece, è mistero ma i tempi si allungano inesorabilmente.

Stando a quanto riferisce il Wall Street Journal, Google spera ancora di arrivare ad un prodotto finito entro il 2015, ma per il momento regna l'incertezza. Di sicuro, rinuncia di fatto ai test pubblici per ripiegare su quelli interni, esattamente come si usa fare da sempre a Cupertino.

Vedremo se Fadell si dimostrerà all'altezza anche di questa sfida. Ad oggi, è riuscito nell'intento di creare -assieme ad altri- il concetto di iPod, e in più ha messo su uno dei business più rivoluzionari dei nostri tempi: Nest, la startup recentemente acquisita da Google e che ha lanciato l'omonimo termostato intelligente. Insomma, se non ci riesce lui, pochi potranno.

Google per iOS introduce i comandi vocali per il termostato Nest

  • shares
  • Mail