iPhone 6 Plus conquista il 41% del mercato phablet USA

L’iPhone 6 Plus è ormai considerato -per le sue dimensioni- alla stregua dei phablet ed è in quanto tale che gli studi di mercato ne misurano il successo.

Parliamo di

L’iPhone 6 Plus venderà pure tre volte meno dell’iPhone 6, ma sta dominando il mercato americano dei phablet. Lo rivela uno studio di Kantar sul periodo agosto-ottobre 2014, nel quale l’iPhone 6 Plus ha “catturato” il 41% del mercato phablet statunitense.

Si considerano phablet gli smartphone con uno schermo superiore ai 5,5 pollici, i quali rappresentano in tutto circa uno smartphone venduto su dieci. Il mercato dei phablet è in crescita, sottolinea Kantar, forse grazie proprio all’iPhone 6 Plus.

Gli utenti interrogati per lo studio hanno affermato di aver scelto un iPhone 6 Plus proprio per le dimensioni dello schermo. Anche se il 68% degli utenti che hanno acquistato un iPhone di recente ha optato per un iPhone 6, preferendolo per il suo design più compatto, il mercato della versione Plus diventa più solito giorno dopo giorno. Per chi acquista un iPhone 6 Plus, la scelta è dettata nel 58% dei casi, dicevamo, dalle dimensioni dello schermo, ma anche per la capacità di connessione alle reti 4G/LTE, anche se in misura minore.

Le dimensioni dello schermo contano per gli utenti dei phablet, evidentemente. Uno schermo grande in un iPhone lo rende un dispositivo ibrido, a mezza strada fra iPhone e iPad. Il mercato europeo non è ancora orientato in questa direzione, oltreoceano però il mercato dei tablet si sta già facendo cannibalizzare dalle vendite dei phablet. Una tendenza già confermata dai dati di vendita degli iPad: più grande è lo schermo del suo iPhone, meno l’utente usa l’iPad. Una tendenza che spiega il lento ma crescente successo dei phablet, tant’è che Apple sembra anche adeguarsi alla crescente richiesta di iPhone 6 Plus. I tempi di consegna sono infatti scesi dalle 3-4 settimane al momento del lancio, a 7-10 giorni un mese fa, fino ai 3-5 giorni lavorativi attuali.

Ti potrebbe interessare
iTableous: L’iPhone gigante da 40 pollici
Software Apple

iTableous: L’iPhone gigante da 40 pollici

Fino a che punto può arrivare la passione per il design dei prodotti Apple ?Per Benjamin Bachmeier un normale iPhone evidentemente non basta visto che ha pensato addirittura di realizzare iTableous, una sorta di iPhone gigante con schermo da ben 40 pollici.Dal punto di vista hardware si tratta solo di un Hackintosh connesso ad un

Un netbook con la mela? Dite la vostra!
iPhone

Un netbook con la mela? Dite la vostra!

Come abbiamo visto, Tim Cook ha sottolineato l’interesse di Apple per il mercato emergente dei netbook. Gli investitori vedrebbero con estremo favore l’ingresso di Cupertino nel mercato, per gli alti volumi e margini che esso garantisce.Ma gli utenti cosa ne pensano? Dovrebbe esplorare questo settore o starne fuori? E se entrasse, con che tipo di

Adobe: disponibili le trial della suite CS4
iPhone

Adobe: disponibili le trial della suite CS4

Per promuovere la sua nuova generazione di software per la grafica ed il design, Creative Suite 4, Adobe rende disponibili le versioni trial (versione completa nelle funzionalità ma con una durata limitata nel tempo) di tutte le applicazioni che compongono la suite.Le versioni trial consentono all’utente di esaminare le applicazioni, come Photoshop, Illustrator, InDesign e

Widget per seguire i podcast di english|blog
iPhone

Widget per seguire i podcast di english|blog

Biagio, un nostro lettore, ha realizzato un utilissimo widget per poter seguire i podcast di english|blog, il blog dei nostri “cuginetti” che fornisce un corso di inglese intermediate attraverso una stretta collaborazione con il C.L.A.M. (Centro Linguistico d’Ateneo Messinese).Direttamente scaricabile da qui, il widget occupa 528Kb e si presenta con un’ottima interfaccia che permette di

Shiira 1.2.1
Software Apple

Shiira 1.2.1

Buone notizie per tutti i fan del browser Shiira: siamo arrivati alla versione 1.2.1. Novità principale la traduzione del codice in Universal, quindi ora è compatibile sia con i Mac PPC che con i Mac Intel. Inoltre è stato migliorato il completamento automatico dei moduli, supportando il portachiavi. Vi ricordo che è disponibile una localizzazione