iPhone 6 si piega, come tutti, ma non si rompe

I test condotti da Consumer Reports dimostrano che gli iPhone 6 e iPhone 6 plus sono più resistenti di alcuni smartphone della concorrenza

Parliamo di

Dopo l’esperienza dei primi utenti che si sono ritrovati il proprio iPhone 6 leggermente piegato dopo averlo tenuto in tasca, in rete sono comparsi alcuni esperimenti empirici che ripetevano l’esperienza piegando con molta forza i nuovi iPhone.

Data la maggior superficie ed il minor spessore degli iPhone 6 era prevedibile che il duttile e malleabile alluminio della scocca potesse essere facilmente piegato, mantenendo la forma della piega, mentre dispositivi in plastica, pur piegati riprendono la forma iniziale, a meno che non si esageri, nel qual caso la scocca si spacca definitivamente.

Consumer Reports ha voluto però verificare in modo scientifico l’effettiva fragilità degli iPhone 6 sottoponendoli insieme ad altri smartphone all’esperimento che potete vedere nel video qui sopra.

I risultati smentiscono i test empirici e dimostrano che in realtà non si può certamente parlare di BendGate, poiché alcuni dispositivi della concorrenza si comportano in modo analogo, come potete vedere nella tabella qui sotto.

      Deformazione scocca Separazione scocca
    HTC One (M8) 32 Kg 41 Kg
    Apple iPhone 6 32 Kg 45 Kg
    Apple iPhone 6 Plus 41 Kg 50 Kg
    LG G3 59 Kg 59 Kg
    Apple iPhone 5 59 Kg 68 Kg
    Samsung Galaxy Note 3 68 Kg 68 Kg

L’HTC One (M8) ad esempio comincia a piegarsi sotto un peso di 32 Kg, come l’iPhone 6, mentre la separazione del vetro dalla scocca avviene sotto un peso di 41 Kg, mentre nell’iPhone 6 lo stesso evento si verifica sotto un peso di 45 Kg, che corrisponde al peso necessario per comprimere una pallina da tennis.

L’iPhone 6 Plus è invece leggermente più robusto del fratello minore, tuttavia risulta più fragile dell’LG G3, dell’iPhone 5 e del Samsung Galaxy Note 3, ma ovviamente tutti gli smartphone se sottoposti ad una pressione eccessiva prima o poi si piegano e si spaccano.

Quello che i freddi numeri non dicono però è che mentre i dispositivi più flessibili, come l’HTC e l’iPhone 6, continuano a funzionare dopo che sono stati piegati, quelli più rigidi, come il Samsung Note 3, smettono inesorabilmente di funzionare se sottoposti allo stesso trattamento.

Ti potrebbe interessare
Reuters: pronto il servizio musicale Cloud di Apple
iPhone

Reuters: pronto il servizio musicale Cloud di Apple

A dire di Reuters, l’imponente infrastruttura tecnologica approntata da Cupertino per i suoi vociferati servizi musicali Cloud è già bella e pronta. Nessuna indiscrezione sui piani di lancio, ma su una cosa le fonti sembrano concordare: Apple è in vantaggio e partirà parecchio prima di Google ma pur sempre in ritardo rispetto ad Amazon. Sulla

Millennial: il 55% della pubblicità mobile è dell’iPhone
iPhone

Millennial: il 55% della pubblicità mobile è dell’iPhone

Secondo le statistiche 2010 del più grosso network indipendente di pubblicità online, Millennial Media, a luglio Apple trainava il grosso del mercato grazie alla propria piattaforma iOS, e in particolare iPhone. Sul network Millenial, ben il 35% di tutte le impressioni pubblicitarie sono visualizzate su di un dispositivo con la mela sopra, cui segue Samsung

Svelata l’offerta Tim per iPhone 4 ?
iPhone

Svelata l’offerta Tim per iPhone 4 ?

Tim ha finalmente raggiunto un accordo con Apple per la commercializzazione dell’iPhone 4 in Italia, dopo alcuni mesi di incomprensioni tra le due società. Il grande ritardo con cui Tim si appresta a lanciare l’offerta per iPad sembra sia dovuto ad uno stop intimato direttamente da Cupertino. L’operatore italiano avrebbe infatti definito le opzioni tariffarie

Una console Made in Cupertino?
App Store

Una console Made in Cupertino?

Le notizie circa la possibile acquisizione da parte di Apple, prima di Twitter e poi di EA, sono risultate palesemente infondate. Tuttavia c’è chi, in seguito a quei rumor, ha cominciato a raccogliere una serie di evidenze sulla possibilità che a Cupertino lavorino ad una nuova console. A quanto pare, dopo Pippin, ci riprovano. Ecco

Leopard riconosce un file eseguibile di Windows!
iPhone

Leopard riconosce un file eseguibile di Windows!

Proprio così, il nuovo sistema operativo Apple pare riconoscere un file eseguibile in formato Windows Portable Executable (PE). Cosa si prospetta nel futuro di Leopard? Questa è la domanda che ci poniamo davanti a questa notizia. Il fatto che Leopard riconosca un’eseguibile Windows, pare infatti il frutto di una virtualizzazione vera e propria messa a

Disponibile la Beta di SoundBooth
iPhone

Disponibile la Beta di SoundBooth

Giovedì Adobe ha reso pubblica la versione Beta di SoundBooth, un’applicazione -a quanto dicono quelli di Adobe- per chi necessita di strumenti professionali di editing musicale. Intervistato a riguardo, Hart Shafer, senior product manager dei prodotti Adobe Audio, ritiene che il target sia lo stesso che acquista e utilizza SoundTrack Pro, ma egli è convinto