iPhone 6 si piega, come tutti, ma non si rompe

I test condotti da Consumer Reports dimostrano che gli iPhone 6 e iPhone 6 plus sono più resistenti di alcuni smartphone della concorrenza

Parliamo di

Dopo l’esperienza dei primi utenti che si sono ritrovati il proprio iPhone 6 leggermente piegato dopo averlo tenuto in tasca, in rete sono comparsi alcuni esperimenti empirici che ripetevano l’esperienza piegando con molta forza i nuovi iPhone.

Data la maggior superficie ed il minor spessore degli iPhone 6 era prevedibile che il duttile e malleabile alluminio della scocca potesse essere facilmente piegato, mantenendo la forma della piega, mentre dispositivi in plastica, pur piegati riprendono la forma iniziale, a meno che non si esageri, nel qual caso la scocca si spacca definitivamente.

Consumer Reports ha voluto però verificare in modo scientifico l’effettiva fragilità degli iPhone 6 sottoponendoli insieme ad altri smartphone all’esperimento che potete vedere nel video qui sopra.

I risultati smentiscono i test empirici e dimostrano che in realtà non si può certamente parlare di BendGate, poiché alcuni dispositivi della concorrenza si comportano in modo analogo, come potete vedere nella tabella qui sotto.

      Deformazione scocca Separazione scocca
    HTC One (M8) 32 Kg 41 Kg
    Apple iPhone 6 32 Kg 45 Kg
    Apple iPhone 6 Plus 41 Kg 50 Kg
    LG G3 59 Kg 59 Kg
    Apple iPhone 5 59 Kg 68 Kg
    Samsung Galaxy Note 3 68 Kg 68 Kg

L’HTC One (M8) ad esempio comincia a piegarsi sotto un peso di 32 Kg, come l’iPhone 6, mentre la separazione del vetro dalla scocca avviene sotto un peso di 41 Kg, mentre nell’iPhone 6 lo stesso evento si verifica sotto un peso di 45 Kg, che corrisponde al peso necessario per comprimere una pallina da tennis.

L’iPhone 6 Plus è invece leggermente più robusto del fratello minore, tuttavia risulta più fragile dell’LG G3, dell’iPhone 5 e del Samsung Galaxy Note 3, ma ovviamente tutti gli smartphone se sottoposti ad una pressione eccessiva prima o poi si piegano e si spaccano.

Quello che i freddi numeri non dicono però è che mentre i dispositivi più flessibili, come l’HTC e l’iPhone 6, continuano a funzionare dopo che sono stati piegati, quelli più rigidi, come il Samsung Note 3, smettono inesorabilmente di funzionare se sottoposti allo stesso trattamento.

Ti potrebbe interessare
Compra degli iPhone sigillati, ma dentro c’è solo Play-Doh
iPhone

Compra degli iPhone sigillati, ma dentro c’è solo Play-Doh

Si può essere così allocchi da comprare degli iPhone da un perfetto sconosciuto senza controllare prima il contenuto delle scatole (senza contare Activation Lock e tutto il resto)? Qualcuno l’ha fatto davvero, e se vi sembra un peccato d’ingenuità, aspettate di sentire cosa hanno combinato poco dopo i giovani truffatori.

PhotoZoom Pro 3: ingrandire immagini preservando la qualità
Software Apple

PhotoZoom Pro 3: ingrandire immagini preservando la qualità

L’ultima fatica della BenVista si chiama PhotoZoom Pro 3 e promette di ingrandire le immagini e portarle ben oltre la risoluzione nativa, senza la sgranatura tipica di questo tipo di processi. La qualità c’è, ma si paga.Nel campo dell’ingrandimento delle immagini questa applicazione non ha pari e, in determinati contesti, risulta persino migliore dello stesso

Vodafone iPhone Pack passa a 2 Gb
iPhone 3G

Vodafone iPhone Pack passa a 2 Gb

Dopo aver quasi introdotto un pacchetto Internet illimitato – e averlo prontamente ritirato dal mercato – l’operatore inglese ci riprova, si spera definitivamente, e promette: Vodafone Pack per iPhone passa dai precedenti 600 MB ai 2 GB mensili attuali.Per voce del responsabile marketing di Vodafone Italia, veniamo dunque a sapere che: Posso confermare che una

Rilasciati Security Update 2007-007, Airport Extreme 2007-004 e Safari 3.0.3
iPhone

Rilasciati Security Update 2007-007, Airport Extreme 2007-004 e Safari 3.0.3

Via Aggiornamento Software, o dalla relativa pagina del sito Apple, è disponibile il Security Update 2007-007. I bug fix sono numerosi e riguardano bzip2, CFNetwork, Core Audio, cscope, gnuzip, Kerberos, mDNSResponder, PDFKit, PHP, Quartz Composer, samba, WebKit e WebCore. Il peso dell’aggiornamento è variabile a seconda della versione di Mac OS X (Intel o PPC,