iPhone 6 e iPhone 6 Plus stracciano gli smartphone Android

Le prestazioni dei nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus sono nettamente superiori a quelle degli smartphone Android più potenti

Parliamo di


Guarda la galleria: iPhone 6 prestazioni

Grazie allo smontaggio ed all’analisi dei primi esemplari di iPhone 6 e iPhone 6 Plus sappiamo che entrambi i dispositivi sono dotati dello stesso processore Apple A8 e di 1 GB di RAM, apparentemente poca cosa se confrontanti con i 2 o 3 GB di RAM dei più potenti smartphone della concorrenza.

Anche il processore Apple A8, sebbene sia realizzato con architettura a 64 bit, dispone solo di 2 core per la CPU e 4 core per la GPU, mentre gli smartphone Android più potenti montano processori a 32 bit con addirittura 8 core per la CPU.

Sappiamo però che il sistema operativo iOS è ottimizzato per ottenere il massimo delle prestazioni dall’hardware dei dispositivi Apple, diversamente da quanto avviene per il sistema operativo Android che deve girare su una varietà sterminata di dispositivi.

A confermare ancora una volta la superiorità dei dispositivi della Mella arriva l’analisi effettuata da AnandTech sulle prestazioni dell’iPhone 6 e dell’iPhone 6 Plus rispetto ai dispositivi della concorrenza.

I due nuovi iPhone sono i più veloci nell’eseguire il classico test SunSpider che mette alla prova l’integrazione tra il browser, il sistema operativo e l’hardware sottostante, ma quello che stupisce è che sul podio si piazza ancora l’iPhone 5s, nemmeno il recentissimo e potentissimo tablet Nvidia Shield riesce a scalzarlo dalla vetta.

Il tablet Nvidia si rifà conquistando la prima piazza nel test Kraken 1.1, ma deve di nuovo cedere il gradino più alto del podio all’iPhone 6 nel test Google Octane V2 e nel test WebXPRT.

Per quanto riguarda il 3D Mark i nuovi iPhone 6 si posizionano a metà della classifica, in quanto primeggiano nella grafica, ma cedono il passo nei calcoli fisici, dove la presenza di 4 o 8 core evidentemente si fa sentire. I nuovi iPhone 6 però si rifanno subito primeggiando in tutti i vari test della suite GFXBench.

Ciliegina sulla torta la durata della batteria da record, con l’iPhone 6 Plus che si piazza in seconda posizione, battuto solo dal Huawei Ascend P2, e l’iPhone 6 che raggiunge la quinta posizione, ma è quasi un podio a pari merito con HTC One (E8) e Motorola Moto G.

Se qualcuno volesse proprio sapere dove si piazza il Samsung Galaxy S5, lo cerchi nei grafici a metà classifica.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Ti potrebbe interessare
Ulteriori conferme circa iPhone 4Gb
iPhone 3G

Ulteriori conferme circa iPhone 4Gb

Fido, operatore telefonico canadese, ha presentato la sua roadmap per il 2009 e tra le slide della presentazione c’è stata quella che confermava la commercializzazione di iPhone da 4Gb. La foto, naturalmente, non è quella del nuovo dispositivo: è stata presentata quella vecchia per necessità grafiche.E’ interessante notare come tra le caratteristiche del nuovo dispositivo

Lo spacchettamento del nuovo MacBook
Mac

Lo spacchettamento del nuovo MacBook

Come da migliore tradizione, è già disponibile online il primo rito dello spacchettamento del nuovo MacBook. Le foto ad alta risoluzione, merito di Engadget, ritraggono l’ultimo nato in casa Apple con l’abituale dovizia di particolari. Buona visione (dopo il “salto”).

La sigla degli spot iPhone suonata su iPhone
iPhone

La sigla degli spot iPhone suonata su iPhone

Ricordate iBand, la banda di geek che suonava con strumenti virtuali installati su iPhone ed iPod Touch? E ricordate la serafica sigla che faceva da sfondo alle pubblicità di iPhone?C’è un nuovo video che spopola in rete e – lasciatemelo dire – non è affatto male. Questa volta niente batteria, ma piuttosto due chitarre e

Arriva RapidWeaver 3.6
Software Apple

Arriva RapidWeaver 3.6

Realmac Software aggiorna il suo fortunatissimo programma Rapidweaver alla versione 3.6. Il potente ed intuitivo tool di authoring web presenta numerose novità, tra cui sei nuovi temi, una nuova funzione snippet e un sistema antispam nel modulo e-mail.RapidWeaver costa solamente 49$, ben poco in rapporto alle potenzialità dell’applicazione. Storceranno il naso solamente i più fedeli

Ad agosto il nuovo iPod Nano?
iPod iTunes Store

Ad agosto il nuovo iPod Nano?

Secondo le fonti interne di Think Secret Apple lancerà la seconda generazione di iPod Nano al WWDC di agosto. Il nuovo Nano sarà simile all’attuale ma sarà disponibile in più colori, alcuni dei quali con una cover completamente metallica. Questa indiscrezione sembra parzialmente confermare quella del ritorno all’alluminio di qualche giorno fa. Più in dubbio

Troppi MacBook ordinati: Apple non ce la fa
iPhone

Troppi MacBook ordinati: Apple non ce la fa

Apple, per bocca di Tim Cook, ha ammesso che potrebbe non essere in grado di soddisfare tutte le richieste di MacBook per il mese prossimo. Questa incapacità di consegnare i prodotti potrebbe influenzare in maniera pesantemente negativa il bilancio per il secondo quadrimestre (dopo i risultati stratosferici appena comunicati per i mesi scorsi).Tra le “scuse”

Pages 1.0.2 e Keynote 2.0.2
iPhone

Pages 1.0.2 e Keynote 2.0.2

Breve nota per segnalarvi che in giornata Apple ha rilasciato gli aggiornamenti per Pages e Keynote. Cinquanta i MB da scaricare per aggiornare entrambi i software.

Libri in prestito sullo shuffle
iPod

Libri in prestito sullo shuffle

Engadget riporta un uso nuovo ed innovativo degli iPod shuffle: una biblioteca pubblica dello stato di New York ha iniziato a prestare i piccoli player Apple con precaricati degli audiobook, libri audio.Come giustamente dice anche Engadget, speriamo che gli utenti si ricordino di riportarli tutti.