iPhone 6 e iPhone 6 Plus: primo weekend da record

iPhone 6 e iPhone 6 Plus hanno venduto 10 milioni di unità nel primo weekend sul mercato.

Parliamo di


C’era anche Tim Cook il 19 settembre presso l’Apple Store di Palo Alto, per presenziare all’avvio delle vendite al pubblico di iPhone 6 e iPhone 6 Plus, dei quali abbiamo ora i primi dati relativi alla quantità di unità vendute.

Secondo quanto annunciato da Apple, i due modelli di smartphone hanno infatti venduto nel loro primo weekend sul mercato complessivamente 10 milioni di pezzi, frantumando le cifre dei lanci avvenuti negli anni scorsi: 5 milioni per iPhone 5, mentre iPhone 5s e 5c arrivarono a 9 milioni.

Galleria foto: iPhone 6 e iPhone 6 Plus in vendita negli USA
Guarda la galleria: iPhone 6 e iPhone 6 Plus in vendita negli USA

A parlare è sempre lui, Tim Cook:

“Le vendite di iPhone 6 e iPhone 6 Plus sono andate oltre le nostre aspettative nel weekend di lancio, e non potremmo essere più felici. Vogliamo ringraziare tutti i nostri clienti per aver reso questo il nostro miglior lancio di sempre, rompendo tutti i record di vendita precedenti di un lagro margine.

Nonostante il nostro team abbia potenziato la catena di produzione più di sempre, avremmo potuto vendere ancora più iPhone con ulteriori rifornimenti e stiamo lavorando duro per evadere gli ordini quanto più rapidamente possibile.”

iPhone 6 e iPhone 6 Plus sono andati in vendita il 19 settembre in USA, Australia, Canada, Francia, Germania, Hong Kong, Giappone, Puerto Rico, Singapore e Regno Unito. A queste nazioni, Apple ne accompagnerà altre 20 a partire dal prossimo 26 settembre, Italia compresa.

Ti potrebbe interessare
iCloud beta 7 per Mac OS X Lion 10.7.2 beta
iCloud Software Apple

iCloud beta 7 per Mac OS X Lion 10.7.2 beta

Venerdì scorso Apple ha rilasciato agli sviluppatori la versione 10.7.2 beta di Mac OS X Lion con integrata la beta di iCloud in una versione sufficientemente matura da essere prossima al rilascio. Lion è stato aggiornato alla build 11C37 mentre iCloud alla versione beta 7.I cicli veloci di manutenzione sono sempre previsti alla fine, per

Steve Jobs: presto pieno supporto HTML5  su Safari
Safari

Steve Jobs: presto pieno supporto HTML5 su Safari

illustrazione di Cecilia Pugliesi per MelablogData la folta attività del direttore generale degli ultimi tempi, si potrebbe immaginare l’anticamera dell’ufficio di Steve Jobs occupata da un’armata di animali ammaestrati a rispondere alle sue mail. L’armata di Jobs oggi ha confermato che Safari presto supporterà pienamente HTML5.La diatriba su HTML5 è violenta in questi ultimi tempi.

Da Google un portale per iPhone e iPod touch
iPod touch

Da Google un portale per iPhone e iPod touch

Google ha annunciato il lancio del suo portale ottimizzato per la navigazione con iPhone e iPod touch. In una singola interfaccia, i ragazzi terribili di Mountain View hanno integrato i principali servizi del loro nutrito catalogo: Gmail, Google Calendar e Google Reader in primo piano.Il portale, accessibile solo da iPhone/iPod touch puntando Safari Mobile su

Microsoft: sneak-peek di Office 2008
Software Apple

Microsoft: sneak-peek di Office 2008

Microsoft ha attivato il sito macoffice2008.com per presentare in anteprima le key-feature della nuova versione della sua suite di produttività attesa per l’inizio del prossimo anno.Non vengono svelate novità sostanziali rispetto a quanto si era già intravisto in precedenza, ma non si può non apprezzare lo sforzo compiuto dalla Mac Business Unit di Redmond per

Steve Jobs: possibili le applicazioni di terze parti su iPhone
iPhone

Steve Jobs: possibili le applicazioni di terze parti su iPhone

Durante l’interessante intervista ad All Things Digital, di cui vi ha parlato Marcello in merito ai futuri aggiornamenti di Apple Tv, è emerso anche un dato interessante riguardante iPhone. Un membro del pubblico ha infatti chiesto a Steve Jobs se saranno mai disponibili applicazioni di terze parti per iPhone.La risposta, questa volta, è stata decisamente

BBC e contenuti televisivi HD
iPhone

BBC e contenuti televisivi HD

Il colosso del broadcasting mondiale BBC ha dichiarato di essere al lavoro per la realizzazione di contenuti televisivi in alta definizione. La cosa degna di nota è l’utilizzo del software per il video editing di Apple, Final Cut Pro, che verrà affiancato alla videocamera ad alta definizione AJ-HDX900 DVCPRO di Panasonic e ad altro materiale