Apple brevetta scocche in vetro per iTV e iMac

Apple ha brevettato un sistema per realizzare contenitori in vetro per ogni tipo di dispositivo

La scorsa settimana Apple ha depositato presso l'European Patent Office un brevetto che descrive un particolare processo di fusione per realizzare contenitori in vetro per qualsiasi tipo di dispositivo.

Il brevetto, tra i cui autori figura anche Jony Ive, illustra un procedimento attraverso il quale è possibile fondere una lastra di vetro piana su un profilo estruso sempre di vetro, in modo da creare un contenitore trasparente nel quale alloggiare il display con tutta l'elettronica necessaria al funzionamento del dispositivo.

Nelle immagini del brevetto vengono mostrate diverse applicazioni di questa tecnologia, dalla realizzazione della scocca di un piccolo iPod fino al contenitore di un grosso display che potrebbe essere quello di un futuro iMac o della cosiddetta iTV, il fantomatico televisore della Mela.

Difficilmente vedremo un iPhone con scocca completamente in vetro, poiché la fragilità di un simile materiale mal si adatta ad uno smartphone che viene continuamente maneggiato ed è continuamente esposto al rischio di urti o cadute, come ben sanno i possessori di iPhone 4 e 4S che si sono ritrovati con il vetro posteriore incrinato dopo un banale urto.

Inoltre una scocca in vetro sufficientemente resistente, farebbe lievitare notevolmente lo spessore ed il peso del dispositivo, vanificando tutti gli sforzi di miniaturizzazione dei componenti interni.

Tutt'altro discorso invece per dispositivi più grandi che non vengono mai spostati, come un televisore o un iMac, che effettivamente potrebbero essere dotati di un involucro completamente in vetro, con finitura trasparente per mostrare i componenti elettronici interni, oppure satinata per occultarli.

Non è chiaro però se questo processo di fusione sia reversibile, in caso negativo sarà molto difficile, se non impossibile riparare questi dispositivi, ma Apple ci ha già da tempo abituato alla sostituzione completa.

  • shares
  • Mail