Rilasciato Matter 1.0, il nuovo standard per la domotica: Apple e Google sono pronte

Disponibile ufficialmente il nuovo standard per la domotica che semplificherà notevolmente l'esperienza utente. Apple e Google già pronte a Matter.
Disponibile ufficialmente il nuovo standard per la domotica che semplificherà notevolmente l'esperienza utente. Apple e Google già pronte a Matter.

Nel 2019, anno in cui sono circolate le prime informazioni su Matter, in tanti erano convinti che mai sarebbe stato approvato il nuovo standard per la domotica comune a giganti come Apple, Google, Amazon, Samsung e via dicendo. E invece, agli sgoccioli del 2022, Matter 1.0 è stato rilasciato dalla Connectivity Standards Alliance e il programma di certificazione è ora aperto.

La rivoluzione di Matter

Per farla breve e semplice, sposando lo standard Matter, i dispositivi smart per la casa – anche di brand diversi – possono funzionare insieme in qualsiasi ecosistema. Per gli appassionati di tecnologia, e più in particolare di domotica, è un sogno che diventa realtà. L’SDK è ora completo e aziende come Apple e Google possono produrre o aggiornare i loro smart devices in ottica Matter. Per rendere ancora più ufficiale la cosa, il 3 novembre si terrà un evento di lancio durante il quale alcune società presenteranno le loro novità.

I colossi del settore sono già all’opera, anche perché le risorse per abbracciare il nuovo standard sono già a portata di mano. Apple integrerà Matter in HomeKit molto presto (e infatti le prime tracce sono già visibili in iOS 16.1, riportano i colleghi di MacRumors), mentre Google ha annunciato un aggiornamento della sua app Home e che molti dei suoi dispositivi – come Nest Hub Max e tutti i router Nest Wi-Fi – saranno a breve utilizzabili per controllare, appunto, i device per la domotica basati su Matter.

Google Matter

Il rilascio di Matter, ha spiegato il presidente e CEO della CSA Tobin Richardson, è “una celebrazione di ciò che è possibile”:

Questa release rappresenta il primo step di un viaggio che la nostra community e l’industria stanno intraprendendo per rendere l’IoT più semplice e sicuro, non importa chi tu sia o dove vivi. Con il supporto a livello globale di grandi e piccole aziende, il rilascio di Matter 1.0 è più di una pietra miliare; è una celebrazione di ciò che è possibile.

Il nuovo standard è stato pensato per migliorare l’interoperabilità tra dispositivi smart di brand diversi, quindi quelli con supporto ad HomeKit di Apple potranno dialogare con quelli di Google, Amazon, Samsung e via dicendo. Una soluzione che migliora e semplifica l’esperienza utente, concettualmente accostabile a quella relativa all’adozione obbligatoria dell’USB-C entro la fine del 2024 nei paesi dell’Unione Europea.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti