iPhone 14: la eSim rivoluzionerà il vostro modo di viaggiare

La eSIM virtuale integrata in iPhone 14 rivoluzionerà il modo di viaggiare degli utenti: ecco perché non vediamo l'ora che arrivi anche qui.
La eSIM virtuale integrata in iPhone 14 rivoluzionerà il modo di viaggiare degli utenti: ecco perché non vediamo l'ora che arrivi anche qui.

Gli iPhone 14 e 14 Pro statunitensi non sono come i nostri: i loro non includono un vassoio SIM fisico perché ne hanno una virtuale. Ecco quali sono i vantaggi della eSIM e come rivoluzionerà la vostra esperienza di viaggio all’estero.

Cos’è una eSIM

Una eSIM è una SIM digitale supportata da molti operatori telefonici nel mondo. È disponibile su iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR e versioni successive assieme alla SIM fisica; tuttavia, sugli iPhone 14 acquistati negli Stati Uniti è presente solo l’eSIM. Anzi tecnicamente più d’una poiché iPhone XS e versioni recenti possono memorizzare fino otto o più eSIM, mentre iPhone 13 e versioni successive possono tenere contemporaneamente attive due eSIM. Magari una per lavoro e l’altra personale.

Rispetto alla SIM fisica, è considerata più sicura perché non può essere rimossa da un iPhone smarrito o rubato, ed elimina anche il problema di ottenere, trasportare e acquistare le SIM fisiche.

Vantaggi della eSIM all’Estero

Una eSIM rende più semplice per l’utente navigare e telefonare in roaming all’estero, magari attivando un secondo piano tariffario ad hoc. Con la eSIM, gli operatori possono ad esempio includere traffico in roaming internazionale sui piani dati nazionali senza costi aggiuntivi. Oppure potrebbero offrire un tot di giga e minuti da consumare nel Paese di destinazione.

Il roaming internazionale con una eSIM, garantisce Apple in un documento di supporto, “funziona allo stesso modo del roaming con una SIM fisica.”

Con una eSIM inoltre potete acquistare opzioni prepagate su Internet o dalle app degli operatori per poter navigare e telefonare nel Paese di destinazione perfino prima di arrivare, o magari in uno dei chioschi in aeroporto. Per l’attivazione basta anche solo un banale codice QR.

L’uso di un piano prepagato locale permette di abbattere i costi di roaming e spendere pochissimo, come un residente, per navigare e telefonare senza cambiare iPhone. Il tutto senza dover sfilare la SIM fisica e tenerla nel portafoglio (dove rischia di perdersi, e poi sono rogne al rientro).

Problemi e Criticità dell’eSIM

In generale, la eSIM renderà più facile cambiare operatore o piano tariffario, ma non mancano le criticità sia per i carrier (qualcuno dice che potrebbe “essere un disastro” per loro) che per gli utenti.

Spostandosi in paesi in via di sviluppo, ad esempio, sarà praticamente impossibile ottenere un piano tariffario locale basato su eSIM. Per la semplice ragione che in diversi paesi del mondo gli operatori usano esclusivamente SIM fisiche. Dunque è importante informarsi su questo aspetto, se siete utenti che viaggiano molto. Un giorno, tutti gli operatori del mondo supporteranno eSIM, ma fino ad allora le cose potrebbero risultare più complicate del previsto. Attualmente il numero dei gestori compatibili ammonta a circa 400 spalmati su 100 mercati.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti