Contrordine Apple TV: niente nuovi modelli al WWDC

Niente da fare. Al WWDC 2015 non ci sarà nessuna nuova Apple TV con nuove feature e telecomando. Ecco perché.
Niente da fare. Al WWDC 2015 non ci sarà nessuna nuova Apple TV con nuove feature e telecomando. Ecco perché.

Una delle novità attese al WWDC 2015 doveva essere una Apple TV di nuova generazione dotata di un inedito modello di telecomando. Peccato soltanto che a Cupertino non siano ancora pronti neppure col prototipo, e dunque è tutto nuovamente rimandato sine die.

[related layout=”big” permalink=”https://www.melablog.it/post/157502/apple-tv-la-prossima-generazione-includera-un-touch-pad”]La prossima generazione di Apple TV avrà un nuovo tipo di telecomando completamente rivisto e corretto, dotato di “Touch Pad.”[/related]

[related layout=”right” permalink=”https://www.melablog.it/post/180483/ios-9-nuova-app-casa-per-la-domotica-e-modifiche-allinterfaccia”]iOS 9 introdurrà diverse novità interessanti. Una nuova app per gestire i dispositivi di domotica, ad esempio, e alcuni cambiamenti dell’interfaccia grafica.[/related]

La nuova Apple TV con Touch Pad per lo scrolling dei contenuti, Siri e App Store faceva gola a molti utenti; e sembrava davvero che fosse sul punto di sbarcare sul mercasto, tanto più che il set-top box con la mela risulta fondamentale per controllare i dispositivi di domotica compatibili con HomeKit attraverso i comandi vocali anche quando siete fuori casa. Cosa che trova conferma in un documento di supporto ufficiale pubblicato poche ore fa sul sito Apple.

Purtroppo, però, chi la aspettava con ansia riceverà una cocente delusione.

Sul New York Times si legge infatti:

E uno dei dispositivi più attesi, sarà assente alla conferenza: la nuova Apple TV, il set-top box di Apple per le televisioni. La società aveva pianificato verso metà maggio di utilizzare l’evento come ribalta per il nuovo hardware, assieme ad un telecomando migliorato e un set di strumenti per sviluppatori, per portare le app sul dispositivo di intrattenimento. Ma questi piani sono stati posposti in parte perché il dispositivo non era ancora pronto per il gran debutto.

Senza contare che probabilmente mancano ancora all’appello gli accordi con i produttori di contenuti per lanciare dei bouquet di programmi sul dispositivo. E poiché anche un’altra fonte molto affidabile, Re/code, riporta la medesima notizia, il dado è tratto. Iniziate pure a rassegnarvi, perché per la scatoletta di Cupertino non è ancora giunto il tempo.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti