MacBook 12" Ultra Slim: arriva a metà 2015 in Argento, Oro e Grigio Siderale

Avete presente il MacBook ultrasottile cui Apple lavora già da qualche tempo? Dovrebbe arrivare a metà dell'anno prossimo, in tre colori diversi. Come gli iPhone.

space-grey-macbook-pro


È da molti mesi che si vocifera dell'arrivo di un MacBook Air molto più sottile dei modelli attuali, con un'estensione del display di 12 pollici, form factor rinnovato, dotato d'un sistema di raffreddamento completamente passivo (senza ventole), Retina display e trackpad privo di pulsante fisico (l'assenza di meccanismi per il "clic" permette di risparmiare almeno mezzo millimetro). Ogni volta sembrava mancare un soffio al debutto, e ogni volta qualcosa andava storto; ora però si inizia a intravedere l'orizzonte. Si parla addirittura di inedite colorazioni per il nuovo computer.

I continui rinvii di Intel nella consegna dei nuovi processori Broadwell potrebbero far slittare il debutto del MacBook da 12 polici al 2015

In realtà, Apple non farà in tempo a sfornare novità in questo senso per il 2014, quasi certamente a causa dei continui ritardi nel lancio dei chip Intel Broadwell di prossima generazione. Ciò tuttavia non cambia i piani di Cupertino, e la macchina resta in programma non appena il mercato dei componenti sarà pronto; così almeno afferma A Tech Website. Il nuovo estimated time of arrival è dunque metà 2015, in tre differenti colorazioni come gli iPhone:

L'aspetto più affascinante di questo resoconto è che, per la prima volta, Apple ha in programma di modificare i colori del MacBook in alluminio. Le fonti dicono che aggiungeranno Grigio siderale e Oro alle loro linee di MacBook, il che andrebbe a braccetto con i colori dell'iPhone 6.

Non sappiamo se questa opzione sarà standard, o se invece i notebook colorati rientreranno in un'iniziativa particolare, tipo "edizioni speciali" o cose del genere; ma a quanto si legge qua e là sul Web, a Cupertino stanno seriamente valutando la cosa. Insomma, è tutto pronto: siamo nelle mani di Intel. Voi che ne pensate? Ditecelo partecipando al sondaggio qui sotto: siamo curiosi di conoscere la vostra opinione.

  • shares
  • Mail