Apple esagera con le gesture ?


Lo spunto per una riflessione sul dilagare delle gesture nei sistemi operativi Apple ce lo fornisce la scoperta in OS X Lion di una modalità per selezionare una parola in un testo e visualizzare un piccolo vocabolario che ne spiega il significato. La gesture per attivare questa funzionalità consiste nell'eseguire sulla parola un doppio tap con tre dita, una modalità che, per quanto semplice, è tutt'altro che intuitiva.

Quello che stupisce è che la stessa funzionalità su iOS si attiva effettuando un tap prolungato sulla parola e selezionando dal menù contestuale che appare la voce relativa al vocabolario, una modalità più semplice ed intuitiva, con buona pace della convergenza tra iOS e OS X, visto che un utente che utilizza entrambi i sistemi deve apprendere e utilizzare opportunamente due diverse gesture.

Probabilmente è solo questione di abitudine ed una volta che ci si prende la mano il tutto diventa molto pratico e comodo, ma certi tipi di gesture avanzati richiedono sicuramente un mini corso interattivo per essere apprese facilmente da tutti gli utenti, un po' come avviene con le scorciatoie attivabili dalla tastiera in un tradizionale computer.

A proposito di scorciatoie da tastiera anche il nuovo Chrome OS di Google non è rimasto immune alla vecchia abitudine di ricorrere ad una nutrita combinazione di tasti per attivare numerose funzionalità ed evitare l'utilizzo del mouse o del touchpad, con buona pace di Davide Bradley, l'ingegnere di IBM che nel 1975 ideò la famigerata sequenza di tasti CTRL+ALT+CANC.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: