Analisti scettici sul ritorno di Steve Jobs

Gli analisti si esprimo sul ritorno di Steve Jobs

Il CEO di Apple, Steve Jobs, è tornato al lavoro dopo sei mesi di assenza, sebbene lavorerà inizialmente da casa per alcuni giorni alla settimana. L'annuncio da Cupertino ha definitivamente ufficializzato la notizia.

Pare che gli analisti finanziari siano comunque scettici circa il ritorno dell'iCEO e soprattutto su quale sarà il suo effettivo ruolo in Apple Inc.

Ashok Kumar, analista per Collins Stewart, ha dichiarato che gli investitori andrebbero quantomeno rassicurati sul ritorno di Steve Jobs e sui progetti ambiziosi che intende intraprendere. Kumar ha notato che alcuni investitori temevano che Jobs non ritornasse più. "In molti modi lui è insostituibile" ha dichiarato. "Perdendolo, l'azienda perderebbe la sua aureola."

Le azioni Apple hanno subito una leggera flessione nel Nasdaq ma al tempo stesso hanno dimostrato che il cambio, se pur temporaneo, del CEO di Apple non ha prodotto il tanto temuto disastro in borsa. Le azioni di Apple, dopo tutto, non sono così instabili.

Yair Reiner, analista per Oppenheimer & Co, sostiene che dopo tutta la speculazione informativa di questi ultimi sei mesi, gli investitori abbiano rimosso Jobs dall'equazione e si siano concentrati più sull'azienda. "E' veramente impossibile per qualsiasi investitore prendere decisioni considerando il ritorno o meno di Steve Jobs" dice Reiner.

Andy Hargreaves di Pacific Crest Securities pensa che i dubbi rimangano ed aggiunge che Apple stessa non ha comunicato alcuna informazione sullo stato di salute del CEO. "Il problema è se rimarrà a capo dell'azienda ancora per altri anni oppure no ed io non penso che ci sia stata chiarezza in questo senso" ha aggiunto.

[Via Reuters]

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: