Ballmer: Microsoft ed Apple sono aziende di grande successo


Ascoltare dalla bocca di Steve Ballmer, istrionico CEO di Microsoft, parole di apprezzamento per Apple è un evento davvero raro, tanto da dover essere inserito nelle cronache del mondo dell'IT.
Ma è accaduto, ieri, nel corso del D:All Things Digital, evento organizzato dal Wall Strett Journal: lo stesso che, ricorderete, l'anno scorso vide l'inedita ed in qualche modo storica intervista doppia a Bill Gates e Steve Jobs.
Il fondatore di Microsoft c'era anche quest'anno, accompagnato però dall'altro Steve, il suo socio di sempre, Ballmer.

Bill è apparso, come sempre del resto, molto cauto nelle affermazioni sulla concorrenza di Redmond, ma questa volta anche il CEO non si è lasciato andare ad esternazioni di scherno, mostrando anzi parole di apprezzamento.

Nel presentare alcune delle feature della prossima release di Windows (la versione 7, attesa per il 2010, salvo ritardi) e le "meraviglie" del sistema Multi-touch sviluppato da Microsoft, è stata inevitabile una domanda riguardo la concorrenza, Apple ed iPhone in particolare.

"Tutto questo non arriverà prima di 15-18 mesi - chiede il sempre attento Walt Mossberg - e i vostri amici a Cupertino sono già sul mercato da quasi un anno con prodotti come Mac OS X ed iPhone. Non è che, quando arriverete voi, il vostri prodotti verranno giudicati troppo simili ai loro?"

Ballmer abbozza: "In Windows 7 ci saranno tantissime novità, e il nostro obiettivo è di produrre fantastici personal computer assieme ai nostri partner... Noi vendiamo 270 milioni di PC all'anno, Apple ne vende 10 milioni... Apple ha un successo straordinario, ma anche noi!"
E continua, insolitamente franco: "Ogni punto guadagnato da Apple in borsa è un punto che non ci piace. Ma dipende tutto dagli obiettivi. E noi siamo soddisfatti dei nostri risultati. Il nostro modello [di business] è migliore."

Il tutto, sotto lo sguardo sornione di Bill Gates, che si concede una battuta sull'amico di sempre: "Stai diventando un po' ripetitivo, Steve".

Applausi, dissolvenza, appuntamento all'anno prossimo, magari con Steve Jobs e Steve Wozniak...

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: