Apple avverte i propri fornitori di memorie Flash: "Rallentate!"

Steve Jobs: Slow down!

Apple chiede ai suoi fornitori di NAND Flash di rallentarne la produzione. Il motivo sarebbe legato ad una minore crescita della domanda di dispositivi mobili per l'anno in corso rispetto al 2007. La decisione è stata presa in base ad un rapporto stilato dagli analisti di iSuppli, una società che si occupa di analizzare gli andamenti dei mercati legati al mondo dell'elettronica industriale e consumer.

Principale causa del fenomeno sembra essere la crisi U.S. dei mutui sub-prime che evidentemente ha fatto rallentare i consumi Americani (e in parte anche quelli europei) e non di poco (vista anche la poca competitività dei prezzi praticati da Apple, Inc. sui suoi gioiellini).

Molto probabilmente questo avrà ripercussioni su tutto il mercato delle FLASH memory visto che Apple da sola acquista più del 13% della produzione mondiale. Nam Hyung Kim, direttore e analista capo del dipartimento "memorie" di iSuppli, avverte:

se l'andamento economico non avrà un'impennata entro fine anno, il mercato NAND Flash si troverà ad affrontare un disastro simile a quello accaduto l'anno scorso al mercato DRAM, quando i prezzi hanno toccato il minimo storico.


[via AppleInsider]

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: