Accademia Apple in Italia: Cupertino decide tutto, ed è difficile entrare

La prima Accademia Apple europea ha aperto i battenti lo scorso 16 settembre e oggi, 6 ottobre, dà il via ai corsi per gli aspiranti sviluppatori iOS in collaborazione con l’Università degli studi di Napoli Federico II.

Da Cupertino non si sono limitati a concedere il logo in omaggio e firmare un assegno: hanno controllato da vicino la creazione del polo universitario di San Giovanni a Teduccio, vicino Napoli, hanno supervisionato la didattica, e addirittura scelto il colore delle pareti delle aule, e il loro livello di illuminazione; la mela ha imposto anche dei banchi con speciali sistemi acustici che consentono al corpo docente di comunicare con ogni singolo studente, e delle zone con divani per il riposo, ritenuto altrettanto indispensabile.

Anche la formazione dei docenti è appannaggio di Apple, e poiché i corsi sono aperti a studenti di tutto il mondo, la lezione avviene in inglese.

Quest'anno si parte a mezzo regime, poiché i lavori al Campus non sono ancora terminati: 200 studenti invece dei 400 previsti a partire dall'anno prossimo.

All'apertura delle selezioni si sono candidati oltre 4.000 studenti con un ritmo di circa 1 al minuto nei primi giorni. Ciò significa che il tasso di accettazione è del 5%, più basso perfino del 5,8% di Harvard.

Se l'esperimento avrà successo, Apple aprirà presto nuove accademie simili anche in Brasile, India e Indonesia.

  • shares
  • Mail