Beats Music, lo streaming musicale di Apple arriverà su iOS, OS X e Android

Apple ha intenzione di integrare i servizi di streaming musicale di Beats Music all'interno di iOS e OS X, e fino a qui niente di strano. Poi, sarà il turno di Android.

beats-music


Sapevamo che Apple stava lavorando ad una importante revisione dell'app di streaming musicale di Beats Music, nel tentativo di dare nuova linfa all'iTunes Store. Com'era facile ipotizzare, il servizio verrà profondamente integrato in iOS e OS X, forse con iOS 9. La vera notizia, però, è che in cantiere c'è una nuova app per Apple TV e soprattutto una versione per Android targata Apple.

Il sistema sarà molto integrato e intelligente, ma soprattutto molto personalizzabile. A riguardo, 9to5Mac scrive:

"Basato pesantemente sullo streaming cloud, il nuovo servizio di Apple è imperniato sulla libreria musicale dell'utente. Una nuova feature di ricerca sarà in grado di localizzare qualunque canzone sul catalogo iTunes o Beats, e gli utenti potranno effettuare lo streaming dal catalogo oppure aggiungere le canzoni alle loro librerie personali. Gli utenti potranno selezionare specifiche tracce da conservare sui loro dispositivi iOS e/o sui computer, oppure tenere tutte le canzoni solo nel cloud. Inoltre Apple integrerà in profondità le Playlist, le Attività e i Mex di Beats Music direttamente nel nuovo servizio, il che permetterà agli utenti di accedere ad un vasto repertorio di playlist precostituite da esperti di musica, ottimizzate per tutte le attività che svolgono.

Come funzionerà

Gli utenti Beats Music esistenti potranno fondere i loro account con un ID Apple o iTunes, e la transizione sarà molto fluida. Il design dell'app abbandonerà i tradizionali colori rosso e nero per vertere sui colori standard di iTunes e dell'app iTunes di iOS. Inoltre, saranno aggiunte tante feature social per condividere l'esperienza musicale con gli amici.

Gli abbonamento dovrebbero partire da 7,99$ al mese, che da noi dovrebbero tradursi in 7,99€ sempreché la SIAE non si metta di traverso, che è comunque molto meno dei 9,99$ tariffati attualmente da Beats Music, Spotify, Rdio e Google Play Music. A livello di funzionalità, ci saranno sicuramente delle sovrapposizioni con iTunes Radio, iTunes Match e iTunes Store, ma è un rischio calcolato: a quanto pare la mela ha intenzione di tenere tutti e 4 i prodotti, almeno per ora.

L'aspetto più interessante, però, è un altro; Beats Music esiste già sulla piattaforma mobile di Google, ma per la prima volta nella sua storia, Apple svilupperà internamente un'app per Android. In ogni caso, ci vorrà ancora parecchio tempo; si vocifera di un lancio del servizio al prossimo WWDC, a giugno 2015.

  • shares
  • Mail