I display scartati da Apple finiscono nei cloni dell'iPad


Non tutti i display IPS da 9.7 pollici prodotti da LG e Samsung rispettano gli elevati standard qualitativi imposti da Apple per equipaggiare gli iPad 2, ma non tutti gli scarti sono da buttare. A quanto pare la gran parte di questi esemplari vengono utilizzati per assemblare cloni cinesi dell'iPad come il T10 della SmartDevices, un tablet dotato di Android 2.2 che viene venduto a circa la metà del prezzo di un iPad 2.

La produzione di display IPS da 9,7 pollici dello scorso trimestre ammonterebbe a circa 12-15 milioni di pezzi, contro una proiezione di vendita di 7-9 milioni di iPad 2 prodotti. Il surplus sarebbe suddiviso dai produttori in tre gruppi di display: quelli che non soddisfano i requisiti, quelli inviati a Foxconn per incrementare la produzione di iPad 2 nel trimestre seguente e quelli inviati alle aziende cinesi che producono dispositivi senza marchio.

Secondo alcune indiscrezioni Apple detiene il 60% della produzione mondiale di questi schermi e potendo pagare in anticipo si aggiudica a prezzi concorrenziali la priorità di approvvigionamento rispetto alla concorrenza, che deve fare i conti con la scarsa disponibilità di schermi di alta qualità venduti a prezzi superiori.

[via appleinsider]

  • shares
  • Mail