Apple in trattative con Nordstrom per i pagamenti mobili di iPhone 6

Continuano le trattative di Apple per lanciare i pagamenti in mobilità con iPhone 6. E dopo Visa, MasterCard e American Express, iniziano i contatti con la grande distribuzione.

Parliamo di


I disegni di Cupertino riguardo iPhone 6 sono piuttosto ambiziosi; visto che il nuovo telefono supporterà i pagamenti in mobilità autorizzati via Touch ID, ha bisogno dei partner giusti nei punti chiave. E così, dopo aver stretto accordi coi principali istituti finanziari di credito -in particolare Visa, MasterCard e American Express- sta cercando ora di coinvolgere anche i brand più illustri della Grande Distribuzione. Tra cui spicca la statunitense Nordstrom.

La notizia è emersa su Bank Innovation, e suggerisce che la famosa catena di grande distribuzione americana specializzata in calzature, abbigliamento e bigiotteria sarà una delle prima a fregiarsi della partnership con Apple:

Le trattative instaurate tra Nordstrom e Apple si riferiscono ai pagamenti, ma non è chiaro a che punto siano giunti. Apple stava cercando un marchio di abbigliamento con una grossa presenza sul territorio […], ma anche con una reputazione di alto profilo. Grazie alla grande diffusione dei suoi negozi fisici, ma anche alla sua focalizzazione sull’innovazione digitale, Nordstrom rappresentava una scelta “grandiosa” per Apple a dire delle nostre fonti.

E in effetti, la decisione è quanto mai azzeccata visto che Nordstrom è già cliente Apple per quanto riguarda le soluzioni di pagamento; in tutti i punti vendita della catena, infatti, i commessi usano iPhone e iPad a mo’ di POS, esattamente come avviene negli Apple Store. Parliamo degli stessi identici dispositivi e del medesimo software EasyPay sviluppato da Apple, aggiornato a intervalli regolari per supportare i nuovi modelli in uscita. Si tratta d’una posizione di indubbio vantaggio, che rende immediatamente compatibili i sistemi esistenti dell’esercente con gli strumenti finanziari in arrivo tra pochi giorni.

Il nuovo servizio messo a punto da Cupertino dovrebbe consentire di effettuare acquisti in sicurezza sia online che nei negozi, grazie all’uso congiunto di Internet, Touch ID, NFC, Bluetooth e iBeacons. L’annuncio formale sarà dato tra 6 giorni esatti, il prossimo 9 settembre.

Leggi anche: iPhone 6, China Mobile dà inizio ai pre-ordini

Ti potrebbe interessare
Bloomberg: e invece iPad 2 arriverà a giugno
iPad

Bloomberg: e invece iPad 2 arriverà a giugno

Niente da fare, non se ne esce vivi fin tanto che Apple non risolva definitivamente la questione con la commercializzazione ufficiale. Le scorte andranno pure diminuendo, ma di iPad 2 neppure l’ombra fino al prossimo giugno. Questo, almeno, secondo le indiscrezioni raccolte da Bloomberg.Una ricerca firmata Yuanta Securities Co. afferma che la prossima generazione di

Navigon MobileNavigator: disponibile la versione Italy
iPhone 3G iPhone 3GS

Navigon MobileNavigator: disponibile la versione Italy

Navigon AG, società sviluppatrice del primo navigatore satellitare per iPhone, ha rilasciato oggi MobileNavigator Italy, una seconda versione della sua applicazione contenente le sole mappe del territorio italiano (naturalmente sono comprese anche le mappe della Città del Vaticano e di San Marino).Com’è facile intuire, se si escludono le mappe, l’applicazione è del tutto identica alla

L’Antitrust indaga su Google ed Apple
iPhone

L’Antitrust indaga su Google ed Apple

E’ di ieri la notizia apparsa sul NewYork Times che la Federal Trade Commission ha aperto un fascicolo contemporaneamente su Google ed Apple per accertarsi che i loro accordi e le collaborazioni trasversali non costituiscano una pratica anticompetitiva.Attualmente Google ed Apple condividono due manager, il che non potrebbe accadere. Secondo una saggia legge del 1914

Scrivener: un word processor per chi scrive veramente
Software Apple

Scrivener: un word processor per chi scrive veramente

Su Mac c’è un tipo di applicazione molto diffusa, cioè i text-editor pensati appositamente per gli scrittori, giornalisti o sceneggiatori. A differenza dei word processor classici, queste applicazioni sono veri e propri spazi organizzati, nei quali accatastare appunti, note, fonti, bozze, etichette e tutto quello che usereste per impostare un lavoro organico. Più questi programmi