Mi Pad, il clone cinese dell'iPad che si ispira (un po' troppo) ad Apple

Un produttore cinese si è lanciato nell'arena dei Tablet. E per farlo, ha scelto di ispirarsi (forse un po' troppo) alla regina del mercato.

Da oggi in poi, Apple dovrà guardarsi anche da un nuovo competitor. Xiaomi, un produttore cinese di smartphone, ha infatti deciso di farle guerra con un look&feel evidentemente ispirato ai dispositivi mobili con la mela, un'interfaccia molto simile e un brand che si differenzia da iPad per una sola lettera.

Si chiama Mi Pad, ed è un tablet da 7,9", ovvero la medesima ampiezza dell'iPad mini. Ha la doppia fotocamera, il nuovo processore mobile Tegra K1 di Nvidia con velocità di 2,2 GigaHertz, supporto alle memorie MicroSD ma nessun modulo 4G. La peculiarità è che viene distribuito in 6 colori diversi, uno in più rispetto all'offerta di Apple, e nei tagli da 16 o 64 GB, con prezzi estremamente aggressivi: si parte da 1.499 Yuan (175€ circa), contro i 289€ del mini e i 389€ di quello Retina.

Leggi: Tutti i rumors, le notizie e gli accessori dedicati ad iPad mini

mipad

Per il resto, sembra una sorta di connubio tra la plasticosità dell'iPhone 5c e la qualità dell'iPad mini Retina; in effetti ha perfino la medesima risoluzione di 2.048 by 1.536 pixel. Nell'annuncio fatto su Reuter, il fondatore della società Lei Jun ha dichiarato:

Volevamo un hardware che si avvicinasse, o che addirittura sorpassasse l'iPad di Apple.

Leggi: Sotto a chi clona! Tutti i cloni di iPad su Gadgetblog

Lei ha affermato che una versione iniziale del tablet sarà disponibile al pubblico verso metà giugno, ma al momento non esiste una data precisa. L'unica certezza è che verrà commercializzato anche al di fuori della Cina. E con le consegne mondiali che hanno raggiunto i 195,4 milioni di unità nel 2013, c'è ampio margine per innestarsi con successo nel settore: per il 2014, gli analisti si attendono un'ulteriore espansione del mercato pari al +40%.

Sempreché a Cupertino non decidano di sguinzagliare gli avvocati. E vista la sensibilità di Apple su questo fronte, la cosa è molto probabile (passi il design, il brand e la pubblicità evidentemente scopiazzati: ma era proprio necessario emulare pure il almeno il sito Web?). Qui di seguito, una bella Gallery con il Mi Pad. Godetevelo finché potete, prima che a Tim Cook saltino i nervi.

Gallery Mi Pad

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail