Apple acquisisce Topsy: pagati più di 200 milioni di dollari

Apple avrebbe pagato più di 200 milioni di dollari per comprare Topsy, specializzata nell'analisi di dati provenienti dai social network.

Apple ha acquisito Topsy, società con base a San Francisco specializzata nell'analisi dei dati riguardanti i social network. Manca l'annuncio ufficiale da parte dei due soggetti coinvolti, ma il Wall Street Journal dà l'operazione praticamente per conclusa, riportando anche il prezzo di oltre 200 milioni di dollari pagato dall'azienda di Cupertino.

Per chi non conoscesse Topsy, nel dettaglio la piattaforma si occupa soprattutto di Twitter, offrendo un "motore di ricerca social" in grado di mantenere un indice e di scavare nei tweet tornando indietro nel tempo fino al 2006. Ma l'attività della società non si ferma al social network cinguettante, e riguarda anche l'analisi di altre piattaforme come Google+, permettendo la realizzazione di metriche e studi ad hoc riguardanti attività, posizione geografica e altre informazioni estraibili dai dati.

Lo stesso WSJ avrebbe in realtà ottenuto la conferma da parte di un portavoce di Apple, non sbottonatosi tuttavia più di tanto sull'operazione:

"Di tanto in tanto, Apple compra società tecnologiche più piccole, ma non parliamo dei nostri piani o dei nostri obiettivi."

Secondo il giornale americano, Apple potrebbe usare i servizi di Topsy per iTunes Radio, individuando così le preferenze dei social network in tema musicale, o anche in congiunzione con App Store, offrendo contenuti raccomandati in base ai trend di Twitter. L'operazione legata a Topsy è solo l'ultima di un elenco piuttosto nutrito di acquisizioni effettuate da Apple durante l'anno fiscale 2013, secondo i conti del CEO Tim Cook legate a 15 società.

Via | Macrumors.com

  • shares
  • Mail