Microsoft pagherebbe per portare app da iOS a Windows Phone 7

Windows Phone 7 logo Senza un nutrito catalogo di applicazioni, le piattaforme mobili hanno poche possibilità di successo. La forza di Apple risiede in buona parte nel suo App Store, che permette allo stesso tempo di distribuire con efficacia le app, rimanendo sotto il controllo della compagnia. Da certe indiscrezioni, sembra che Microsoft si stia attrezzando per proporre altrettante applicazioni per il suo Windows Phone 7, previsto fra pochi mesi.

Secondo certe indiscrezioni giunte a PocketGamer.biz, pare che Microsoft stia contattando sviluppatori di successo per fare il porting di app per iOS alla loro piattaforma Windows Phone 7. Oltre a un certo aiuto finanziario, verrebbero offerti agli sviluppatori tutti gli strumenti necessari per facilitare il trasferimento del codice delle app.

Sebbene l'offerta sia alettante, sembra che non attragga molti fra gli sviluppatori di applicazioni... finora. Windows Phone 7 è limitato ad essere sviluppato con Silverlight o framework Microsoft XNA (basato su .NET) e riprogrammare un codice originariamente in C++ potrebbe avere costi troppo alti. Non è escluso però che Microsoft faciliti il compito ai programmatori creando strumenti che aiutino il porting da C++ .

La concorrenza fra Apple e Microsoft si sta spostando sulle piattaforme mobili, dove Apple è salda nella sua posizione dominante. La casa di Redmond cerca quindi di attrarre gli sviluppatori di app per crearsi spazio su questo mercato.

Nel passato Sony aveva già tentato attrarre sviluppatori di app per iPhone per le sue PSP Mini, come sta facendo ora Microsoft per il Windows Phone 7 di prossima uscita. La manovra di Sony ebbe però scarso successo. Non si sa però se all'epoca vennero proposti aiuti finanziari. Fra qualche mese potremo valutare se Microsoft avrà avuto maggior fortuna nel suo tentativo di invitare sviluppatori di applicazioni nel suo campo.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: