Apple a caccia di impiegati BlackBerry in Ontario

Se da una parte Blackberry licenzia, dall'altra Apple assume. E in Ontario, è aperta la stagione di caccia ai dipendenti della società.

apple_blackberry

In Ontario, a causa di crisi e vendite fiacche, BlackBerry ha annunciato il licenziamento di oltre il 40% del proprio staff; e Apple ne ha subito approfittato creando addirittura un evento ad hoc per rastrellare gli elementi migliori sul mercato e trascinarli a Cupertino. Lo rivela il Financial Post, che scrive:

Il 26 settembre, presso il Cambridge Hotel and Conference Centre di Cambridge, in Ontario, proprio nei sobborghi della Kitchener-Waterloo in cui ha i natali BlackBerry, Apple ha invitato i talenti locali nel tentativo di irretirli e portarli nelle sue operazioni nella Silicon Valley.

Stando a quel che si legge negli inviti diramati attraverso LinkedIn, la maggior parte delle posizioni è in California, ma Apple promette assistenza e incentivi economici per il ricollocamento; le posizioni aperte, invece, non sono state definite, il che lascia supporre che per il momento alla mela interessi soprattutto mettere le mani su personale qualificato e già formato.

BlackBerry, dal canto suo, versa in cattive acque già da diversi mesi. L'annuncio del licenziamento di 4.500 dipendenti è giunto a cavallo tra gli ultimi, disastrosi risultati fiscali e l'offerta d'acquisti della società avanzata da Fairfax Financial. Una decisione drastica ma necessaria, in seguito alle perdite ingenti registrate da qualche anno a questa parte e alla crescente marginalità dei prodotti a marchio BlackBerry.

  • shares
  • Mail