App Store, Apple regina del fatturato nonostante la crescita di Google Play

L'App Store di Apple è il re incontrastato del profitto dell'intero mercato. E perfino Google Play, nonostante numeri giganteschi e una diffusione superiore, deve inchinarsi alla mela.

appstore-googleplay-distimo
Aggiornamento del 13 agosto 2013, a cura di Giacomo Martiradonna.

Gli ultimi dati pubblicati da Distimo confermano un trend che i lettori di Melablog conoscevano già. Nonostante il primato di Android quanto a diffusione e numero di dispositivi disponibili sul mercato, l'App Store di Cupertino continua a macinare molti più utili rispetto a Google Play. E questo nonostante una crescita davvero importante: mentre, infatti, il negozio virtuale con la mela ha registrato un buon +15% negli ultimi sei mesi, Google ha strappato un incredibile +67%; per metro di paragone, basti pensare che solo nel mese di luglio Google Play ha segnato un +11% contro il +3% di Cupertino.

Eppure, a fronte di un numero assoluto di download parecchio inferiore, lo store di Apple produce 2,3 volte più fatturato rispetto alla controparte Android; un risultato confermato anche dal precedente report stilato dalla società d'analisi App Annie.

Gli utenti più spendaccioni risultano essere ovviamente gli americani, seguiti dai giapponesi e dai sudditi di Sua Maestà; l'Italia sta in decima posizione, dopo gli altri principali paesi europei e la Russia. E, su entrambe la piattaforme, il titolo che sta generando più utili negli ultimi tempi è Candy Crush Saga, con un fatturato di circa 800 mila dollari al giorno. Le app a pagamento più proficue, invece, risultano essere WhatsApp Messenger e Minecraft - Pocket Edition.

I dati di Distimo derivano dalle rilevazioni effettuate attraverso AppIQ, uno strumento di rilevazione e analisi che traccia più di 3 miliardi di download a trimestre fiscale su base globale. Per questo, vengono generalmente tenuti in gran conto nel settore.

Google Play batte App Store per numero di download


appstore-googleplay

Per la prima volta nella sua storia, l'App Store è stato sorpassato da Google Play per numero di download. E mica bruscolini: parliamo di un 10% in più nel secondo trimestre del 2013. Era un fenomeno ampiamente atteso, che si è verificato soprattutto grazie alla crescente attività nei mercati emergenti, e in particolar modo Russia, India e Brasile.

Come era facile immagine, però, siamo ancora ben lontani dall'optimum per Mountain View. Ad un numero superiore di download non coincide una quantità di fatturato superiore: pur con meno app scaricate, in altre parole, l'App Store continua a rimanere la gallina dalle uova d'oro di Apple, con 2,3 volte il giro d'affari di Google Play. Il che rafforza l'impressione che gli utenti iOS siano più inclini a tirar fuori il portafoglio rispetti ai colleghi.

Il gaming continua a trainare l'intero settore, sia in un ecosistema che nell'altro; su Android, infatti, copre l'80% del fatturato, mentre su iOS il 74%. Subito dopo, seguono la musica e gli immancabili social network.

Lo studio, redatto da App Annie attraverso i dati di App Annie Intelligence, si basa sul mercato globale delle app e include sia i download a pagamento che gli Acquisti In-App; restano tagliati fuori, tuttavia, gli introiti relativi alla raccolta pubblicitaria all'interno delle applicazioni stesse.

  • shares
  • Mail