Perché tanti Mac non hanno ventole di raffreddamento?

Perché tanti Mac nella storia, come il MacBook Air, non hanno ventole di raffreddamento attivo? Ecco com'è possibile.
Perché tanti Mac nella storia, come il MacBook Air, non hanno ventole di raffreddamento attivo? Ecco com'è possibile.

Da quando esistono, al netto di situazioni eccezionali, i computer Apple sono sempre stati incredibilmente silenziosi; molto più della concorrenza. E per raggiungere questo livello di qualità, alcuni modelli come i MacBook Air non hanno mai incluso ventole di raffreddamento attivo. Ecco perché è possibile, e perché a Cupertino insistono tanto sulle tecnologie fan-less.

Steve Jobs aveva una fissazione: l’avversione totale ai sistemi di raffreddamento attivo sui computer, cioè le ventole. Ciò ha sempre creato grosse sfide a livello ingegneristico, fin dai primi anni ’80, e talvolta si è trasformata in un boomerang. Per esempio, nel 1980, l’iCEO si era impuntato sul fatto che l’Apple III, una macchina business, non dovesse includere ventole di raffreddamento o addirittura prese d’aria. E così, il computer fu costruito con una pesante scocca in alluminio che doveva fungere anche da dissipatore di calore. Ma la scheda logica riscaldava troppo e a lungo andare, i chip di memoria fuoriuscivano dai loro socket. Gran finale: Apple dovette ritirare migliaia di macchine, e offrire una riparazione gratuita.

Anche lo storico Power Mac G4 Cube, lanciato nel  2001 ma con flop di vendite, era bellissimo e includeva solo raffreddamento passivo. Tuttavia per funzionare aveva bisogno di un alimentatore esterno tanto grosso e pesante da renderlo oggettivamente poco pratico.

Alimentatore Power Mac G4 Cube

Alimentatore Power Mac G4 Cube

Insomma, pur di ottenere lo scopo di un raffreddamento passivo, Apple è stata sempre pronta a qualunque compromesso sul design. Ma perché? Per 2 ragioni:

  1. Un computer senza ventole è più silenzioso, e i computer Apple sono tra i più silenziosi mai prodotti.
  2. È anche più efficiente. E visto che la preziosa energia della batteria non viene sprecata per raffreddare chip poco efficienti, l’autonomia è più lunga.

Ecco perché Apple si è gettata nella produzione dei chip per i suoi dispositivi e computer, ed insiste tanto sul rapporto potenza/consumi. Un chip ben progettato non ha bisogno di raffreddamento attivo, e dunque non sperpera energia: in questo la forma (Mac silenzioso) diventa sostanza.

Ed ecco anche perché Apple sceglie scocche di alluminio per i suoi computer: il metallo dissipa meglio l’energia rispetto alla plastica; è un po’ se l’intero computer facesse da dissipatore passivo. Insomma, dal fallimento dell’Apple III, siamo arrivati al successo semplicemente affinando un’idea iniziale che sembrava fallimentare.

E anche quando i Mac hanno le ventole, restano comunque super silenziosi; ma il merito, lì, è del geniale design delle ventole. Un esempio? Il Mac Pro “Pattumiera Edition” o il Mac Studio che è praticamente un grosso dissipatore.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti