MacBook Touch, Apple sperimenta tastiera virtuale e feedback aptico

In una scala da 1 a 10, qual è l'indice di spettacolarità di un MacBook Touch con doppio schermo, e tastiera virtuale con feedback aptico? E non dite fantascienza: Apple l'ha appena brevettato.

A dire dei papaveri Apple, un eventuale Mac con TouchScreen sarebbe un errore; fatto sta che da qualche tempo a questa parte gli ingegneri di Cupertino stanno ricercando la possibilità di sostituire la tastiera fisica con uno speciale schermo touch in grado di piegarsi lievemente sotto la pressione delle dita.

In pratica, si tratterebbe di una gigante Touch Bar, i cui contenuti cambiano a seconda del momento: tastiera se c'è da immettere del testo, area di disegno se c'è da creare degli schizzi, e soprattutto tasti configurabili e chiari in base all'app aperta. Immaginate la comodità di avere una plancia di comandi specifici on l'anteprima delle clip quando usate Final Cut e iMovie, oppure tutti i controlli di Foto con tanto di miniature, da manipolare direttamente, come su iPad. Un sogno divenuto realtà.

Inoltre, Apple infilerebbe in questo gioiello un motore aptico, in grado di restituire la sensazione della profondità dei tasti. Un po' come avviene nel trackpad dei Mac più recenti. Il problema di una macchina simile, tuttavia, sarebbe un altro: i veri professionisti non vogliono dover guardare la tastiera di continuo; pretendono di poter lavorare senza mai staccare gli occhi dal display. Ma ci domandiamo: se la tastiera fosse un'estensione di quel display? Vedremo cosa saranno in grado di tirar fuori dal cilindro. In fondo è solo un brevetto: uno dei tanti che potrebbe restare sulla carta.

  • shares
  • +1
  • Mail