Bergamo: iPad al posto dei libri scolastici

iPad studio

Il liceo Scientifico “Lussana” di Bergamo ha scelto l'iPad al posto dei classici libri di testo. La fortunata classe oggetto dell'esperimento è la 4 L del liceo, pronta a ricevere il tablet Apple con connettività Wi-Fi in comodato d'uso da utilizzare durante le lezioni, i compiti in classe ed i compiti a casa.

Per evitare che si utilizzi l'onnisciente Internet durante le prova di verifica, gli insegnanti staccheranno la connessione e, mancando la connettività 3G, gli studenti dovranno rassegnarsi a non copiare (o semplicemente studiare applicazioni e/o tecniche che superino l'ostacolo).

Gli iPad offerti agli studenti sono 17, affiancati da sei ebook reader, un proiettore da pc e un maxischermo grazie ad un finanziamento da 10.000€ concesso dall'Ufficio scolastico regionale. Mario Rotta, esperto italiano del mercato degli ebook, studierà l'esperimento e ne diffonderà le conclusioni.

Un primo aspetto positivo è certamente il peso dei libri risparmiato, ma una domanda mi sorge spontanea: riuscireste a studiare senza sottolineare a mano o pasticciare la pagina? Io ho iniziato recentemente ad apprezzare la lettura degli ebook come puro passatempo, ma probabilmente avrei ancora necessità di sottolineare a mano per uno studio approfondito.

Grazie ad Andrea per la segnalazione!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
57 commenti Aggiorna
Ordina: