Speciale Apple Watch

Apple Watch Series 5: always on

Apple Watch Series 5 è la nuova versione dello smartwatch di Apple, lanciata nell’autunno del 2019. Nonostante esteticamente non veda molte novità rispetto al predecessore Apple Watch Series 4, il device garantisce comunque delle innovazioni di assoluto rispetto. Non solo nell’introduzione del titanio e della ceramica per la scocca dei modelli high-end, ma anche e soprattutto per il suo schermo always-on. Il display di Apple Watch Series 5 rimane infatti perennemente acceso, senza contraccolpi sulla durata e sull’efficienza della batteria. Disponibile in acciaio, alluminio e nei già citati titanio e ceramica bianca, può essere acquistato approfittando di varie colorazioni, come l’oro, l’argento, il grigio siderale e il nero siderale.

Di

Apple rinnova il suo Apple Watch, mantenendo le caratteristiche che l’hanno reso grande nel corso di questi ultimi anni e, contemporaneamente, aggiungendo una funzione da tempo richiesta dagli utenti: quella dell’always-on. Nel corso dell’autunno del 2019, infatti, la società ha lanciato il suo Apple Watch Series 5: lo smartwatch capace di mantenere il suo display sempre attivo, senza influire negativamente sulla batteria.

Forte del mercato dei wearable, dove la mela morsicata detiene il market share più elevato, il gruppo californiano ha voluto offrire un dispositivo sempre più affidabile e potente, mantenendo i prezzi sulla soglia dello scorso anno. Di seguito, tutte le caratteristiche di punta di Apple Watch Series 5.

Disponibilità e prezzo ()

Il nuovo Apple Watch Series 5 è stato presentato al pubblico l’11 settembre del 2019 ed è stato reso disponibile nei negozi pochi giorni più tardi, in diverse alternative. Così come qualche anno a questa parte, la società ha deciso non solo di proporre due versioni principali basate sulla tipologia di connettività – GPS e GPS+Cellular – ma anche in diversi materiali. Sono infatti disponibili modelli in alluminio, acciaio inossidabile, titanio e ceramica.

Le edizioni in alluminio sono offerte nelle colorazioni argento, grigio siderale e oro, mentre gli esemplari in acciaio in argento, nero siderale e sempre oro. Apple Watch Series 5 in titanio è invece proposto nell’omonimo colore titanio e in nero siderale, mentre il modello in ceramica è completamente bianco.

Tutti i dispositivi possono essere acquistati in abbinato a un cinturino di propria preferenza, sia nelle edizioni da 40 che da 44 millimetri di quadrante. I listini così si compongono:

  • Apple Watch Series 5 in alluminio: da 459 euro per i 40 millimetri, da 489 millimetri per i 44;
  • Apple Watch Series 5 in acciaio inossidabile: da 759 euro per i 40 millimetri, da 809 euro per i 44;
  • Apple Watch Series 5 in titanio: da 859 euro per i 40 millimetri, da 909 euro per i 44 millimetri;
  • Apple Watch Series 5 in ceramica bianca: da 1.409 euro per i 40 millimetri, da 1.459 per i 44.

I prezzi variano anche a seconda della scelta di un device solo WiFi e GPS oppure di un dispositivo abilitato anche alla navigazione LTE, quest’ultima garantita tramite un’eSIM – ovvero una SIM virtuale – attualmente offerta in Italia dall’operatore Vodafone. I listini includono anche l’IVA ed eventuali oneri di legge.

Design ()

Sul fronte del design, Apple Watch Series 5 è pressoché sovrapponibile all’edizione del 2018, ovvero Apple Watch Series 4. Lo smartwatch è stato progettato in due dimensioni – da 40 e 44 millimetri di quadrante, così come accennato, adatte a polsi rispettivamente dai 130 ai 200 millimetri o dai 140-220 millimetri – e in tre materiali diversi: i già citati alluminio, acciaio e ceramica. Proprio sul fronte dei materiali, è importante aggiungere che l’acciaio proviene da fonti al 100% riciclate – una scelta anche ambientale, per il gruppo di Cupertino – mentre il titanio è un’introduzione del 2019, pensata per offrire uno smartwatch che sia al contempo molto leggero e resistente.

Lo schermo vede le stesse dimensioni dello scorso anno – quindi leggermente più generose rispetto ad Apple Watch Series 3 – nelle varianti da 324×394 pixel e 368×448 pixel, a seconda delle dimensioni del quadrante. La vera novità, tuttavia, è la presenza di un display always-on, che permette così ad Apple Watch Series 5 di rimanere sempre acceso, senza interruzioni di sorta o movimenti del polso per richiamarlo. Il retro vede sempre i LED di scansione introdotti con Apple Watch Series 4, mentre a lato vi è la corona digitale, sempre utile anche per effettuare la lettura del proprio elettrocardiogramma.

Naturalmente, rimangono disponibili una lunga serie di cinturini, da quello sport in plastica a quello in maglia milanese, per soddisfare qualsiasi necessità sia estetica che di gusto. L’orologio, inoltre, è resistente all’acqua per immersioni fino a 50 metri, quindi può rappresentare lo strumento ideale anche per gli appassionati di nuoto.

Hardware ()

Anche l’hardware di Apple Watch Series 5 ricalca le componenti viste nella versione del 2018, tuttavia dalla potenza lievemente maggiore. La grande novità è rappresentata dal nuovo schermo LTPO, dal bassissimo consumo energetico, quindi perfetto per rimanere sempre acceso senza influire sulla durata della batteria. Con Apple Watch Series 5, infatti, non sarà più necessario sollevare o muovere il polso per attivare il display, poiché il quadrante di lettura risulterà sempre disponibile. Di primo acchito può sembrare un’innovazione di poco conto, in realtà si tratta di una comodità da tempo richiesta dagli utenti, i quali desideravano uno smartwatch che risultasse altrettanto immediato nella lettura del tempo, così come un classico orologio meccanico.

L’unità di calcolo del dispositivo è garantita dal SoC S5, dotato di un processore dual-core a 64 bit, e dal nuovo chip W3 di Apple per la gestione di tutte le comunicazioni wireless, sia Bluetooth che WiFi, in modo immediato e veloce. Apple Watch supporta le connessioni WiFi 802.11 b/g/n su frequenze a 2.4 GHz, il Bluetooth 5.0 e – per i modelli Cellular – anche le principali frequenze LTE e UMTS 4. Completano la dotazione un sensore GPS, GLONASS, Galileo e QZSS, una bussola digitale, un altimetro barometrico, un cardiofrequenzimetro elettrico, un cardiofrequenzimetro ottico di seconda generazione, un elettocardiogramma digitale, accelerometro e giroscopico, un microfono, un altoparlante integrata e molto altro ancora. La batteria, caricata tramite il sistema a induzione posizionato sul retro del dispositivo, garantisce fino a 18 ore di uso giornaliero.

Nonostante si tratti di un dispositivo completo, e anche abilitato alle frequenze LTE, anche Apple Watch Series 5 non si può considerare un prodotto standalone, nonostante abbia acquisito grandi spazi d’indipendenza rispetto alle precedenti generazioni. Lo smartwatch, infatti, richiede sempre l’abbinamento a un iPhone, sia per il suo setup che per l’aggiornamento, nonché per la gestione di alcune delle sue funzioni.

Sistema operativo

Apple Watch Series 5 viene distribuito in concerto con il nuovo watchOS 6, il sistema operativo sviluppato da Apple proprio per i suoi smartwatch. Questa versione introduce molteplici novità, come l’app Bussola per scoprire in che direzione sia orientato il proprio orologio, il controllo dei decibel e dei rumori ambientali per allertare l’utente in caso di suoni che potrebbero danneggiare l’udito, un sistema integrato per monitorare il ciclo mestruale, nuovi quadranti, una comoda calcolatrice, un Siri più intelligente e collaborativa nonché molto altro ancora.

Alcune delle funzioni di watchOS 6 sono specifiche per Apple Watch Series 5, come ad esempio la bussola, poiché le generazioni precedenti non dispongono di un hardware adatto. Tuttavia, il sistema operativo supporta largamente gran parte degli smartwatch presentati dal gruppo di Cupertino negli anni, come ad esempio la seconda generazione. watchOS 6 può essere aggiornato semplicemente dall’iPhone abbinato al proprio Apple Watch, con una procedura guidata molto semplice e immediata.