Smart Voting, l’app anti-Putin torna sull’App Store russo

Smart Voting, l’app anti-Putin creata dai leader dell’opposizione, è tornata sull’App Store russo. Era stata censurata a settembre 2021.

Smart Voting è un’app creata dai sostenitori di Alexei Navalny, uno dei più noti oppositori del regime di Putin, fondatore della Fondazione Anti-corruzione e finito in carcere per le posizioni nazionaliste e liberali. Dopo la censura dello scorso settembre, ora l’app è tornata sull’App Store russo.

Un’App anti-Putin

Cupertino aveva dovuto rimuovere da App Stopre Smart Voting dopo che il Cremlino ha apertamente minacciato di rivalersi sugli impiegati Apple del paese; e la stessa decisione la presero i dirigenti Google, almeno fino a elezioni concluse.

Smart Voting è un’app che include oltre un migliaio di endorsement di candidati politici russi che aveva lo scopo di compattare il voto dei cittadini critici verso Putin; un sistema, quello di Russia Unita, che Navalny aveva ribattezzato “un partito di truffatori e ladri.”

Tuttavia, la Duma non ha gradito e ha subito fatto pressioni perché l’app fosse ritirata; cosa che Apple e Google hanno immediatamente eseguito. Google poi ha ripristinato l’app subito dopo le elezioni, mentre Apple ha preferito attendere. Ciò però le ha attirato parecchie critiche. E così, oggi, a distanza di diversi mesi, giunge il passo indietro.

Il Ritorno di Smart Voting

Secondo il Washington Post, che cita lo staff di Navalny e alcuni ricercatori indipendenti, Smart Voting è nuovamente disponibile sull’App Store russo.

Una provocazione tardiva ma significativa, che giunge a una 50ina di giorni dall’inizio del conflitto russo-ucraino e che ha portato Apple a bloccare le vendite in Russia, chiudere servizi e negozi, e disattivare il circuito Apple Pay.

” Siamo profondamente preoccupati per l’invasione russa dell’Ucraina e siamo vicini a tutte le persone che stanno soffrendo a causa di questa violenza,” scriveva Apple in un recente comunicato. “Continueremo a valutare la situazione e siamo in costante comunicazione con gli organi competenti circa le azioni che stiamo intraprendendo. Ci uniamo a tutti coloro che nel mondo chiedono la pace.”

Ti potrebbe interessare